BRESCELLO

Allarme in una casa per l'incendio della canna fumaria

Due persone che si trovavano all'interno hanno chiesto aiuto. L'intervento dei vigili del fuoco consente di salvare il tetto dell'abitazione

BRESCELLO. Momenti di grande paura in serata in una casa colonica brescellese, dove si è incendiata la canna fumaria mettendo a rischio il tetto dell'abitazione.
L'allarme è scattato attorno alle 21 in via Ghiarole 51, in una delle ultime case prima dell'argine dell'Enza. A causa del surriscaldamento della canna fumaria, si sono sviluppate le fiamme.
 
Nella vecchia casa colonica – appartenente a Luigi Borettini di Brescello – in quel momento vi erano due donne che, non appena hanno notato ciò che stava accadendo, hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco di Guastalla. Un intervento necessario anche perché la casa ha il tetto fatto con travetti di legno, quindi il rogo avrebbe potuto provocare danni molto ingenti.
 
L'intervento rapido dei vigili del fuoco ha consentito di limitare i danni. Mentre sul tetto si stava alzando una vistosa colonna di fumo, il braciere che era all’interno dell’abitazione è stato portato all’esterno.
A quel punto i vigili del fuoco hanno messo sotto controllo l’incendio, hanno rispedito in sede l’autoscala – in un primo momento inviata sul posto nel caso fosse necessario intervenire dall’alto – e hanno cominciato il lungo lavoro di controllo delle strutture. 
 
La canna fumaria della casa colonica presentava diverse crepe causate dalle fiamme, ma l’incendio non si è esteso al sottotetto. Una volta messa in sicurezza la situazione, è stato tolto il grande quantitativo di fuliggine che ancora rappresentava una minaccia per la canna fumaria dell’abitazione. Nella tarda serata è terminato l’intervento dei vigili del fuoco guastallesi.