Pestato e rapinato dal branco

Vittima un transessuale ora ricoverato in ospedale

REGGIO. Gli hanno fracassato il naso, ha pure una frattura sotto lo zigomo e sul collo lividi profondi, segni di un tentativo di strangolamento. Una rapina (la sua borsa con cinquanta euro e il cellulare sono spariti), una violenta e brutale aggressione costata a un transessuale di origine brasiliana di 34 anni, abitante a Reggio, il successivo ricovero in ospedale con una prognosi di trenta giorni.

Cosa sia successo è ancora un mistero: la vittima di tanta violenza ha ricordi frammentari, c'è un black out dal parcheggio in un locale alla periferia di Modena - in via Argiolas - dove dovrebbe essere avvenuta l'aggressione, e il suo ritrovamento-soccorso, sempre nella stessa via, alle 8 del mattino di domenica.  L'uomo ha affermato di essersi risvegliato ferito e in stato confusionale in aperta campagna e di aver raggiunto via Argiolas, a piedi, barcollando nella notte.  Secondo una prima ricostruzione dei fatti, fornita dalle forze dell'ordine che hanno messo insieme le dichiarazioni del transessuale rapinato, il 34enne si era recato in compagnia di un amico nel locale di via Argiolas.  Lì vi ha passato alcune ore, poi si è accorto di non trovare più il suo amico. Ha quindi iniziato a cercarlo, si è recato in un parcheggio, poi in un altro, un po' più appartato.  Qui, come lui stesso ha affermato, ha sentito alle sue spalle delle voci, frasi in italiano, ed è iniziato il pestaggio.  Il transessuale brasiliano ha detto di essersi risvegliato nei campi, di aver raggiunto come poteva via Argiolas.  Verso le 8 di domenica mattina una residente della zona ha notato una persona sdraiata vicino a un fossato, con il volto tumefatto e sotto shock.  Era il 34enne, minigonna di jeans, reggiseno, tutto sporco di sangue. È arrivata quindi la polizia e sono scattate le indagini, mentre un'equipe medica del 118 ha accompagnato il ferito all'ospedale di Baggiovara.  Gli investigatori modenesi hanno poi contattato i colleghi della Mobile reggiana per cercare di avere qualche dettaglio in più sulla vita del transessuale che vive da anni nella nostra città. La polizia è anche sulle tracce dell'amico del sudamericano, sparito poco dopo l'arrivo nel locale modenese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA