reggio emilia

Ruba i vestiti e aggredisce la guardia, arrestata all'Ovs

L'ennesimo taccheggio diventa una tentata rapina in pieno centro

REGGIO EMILIA. Diventa una tentata rapina il taccheggio all'Oviesse di via Emilia San Pietro. Nel pomeriggio di martedì Amal Benlahbil, marocchina di 27 anni residente in città e già nota al personale dell’esercizio commerciale per vari furti commessi in passato, entra. Il personale addetto alla vigilanza la nota e la tiene d'occhio.

Dopo aver selezionato due maglie e un cappello, si dirige verso i camerini. Ma quando esce ha in mano solo un copricapo. Appurato che la merce non era stata lasciata all’interno del camerino, il vigilante ha tentato di fermarla assieme a una commessa, ma la donna ha iniziato a spingere e a inveire contro di loro aggredendolo. A farne le spese sono stati lui, la commessa e la direttrice del negozio.

Solo l'intervento delle Volanti ha riportato la calma. La donna è stata arrestata per tentata rapina, mentre il vigilante aggredito si è fatto medicare al pronto soccorso. La prognosi è di 5 giorni per le escoriazioni. I capi erano stati privati dell'antitaccheggio e nascosti sotto i vestiti.