TRAGEDIA IN AUTOSTRADA

Schianto in moto sull'A1, morto il poliziotto della Stradale Elio Iori

Il sovrintendente capo della Polstrada di Reggio Emilia è deceduto ieri sera alle 23 sull'Autosole in seguito a una tragica caduta con una moto Ducati. Aveva 43 anni

REGGIO EMILIA. Un poliziotto di 43 anni, in servizio alla Polstrada di Reggio Emilia, è morto nella tarda serata di ieri nel tratto reggiano dell'autostrada del Sole. Elio Iori, sovrintendente capo della polizia stradale, è rimasto vittima di una tragica caduta avvenuta al chilometro 149 della corsia sud, tra Reggio e Modena, all'altezza di San Faustino di Rubiera.

Ancora tutta da chiarire la dinamica dell'incidente: Iori, che era un appassionato di moto e testava i mezzi della Ducati e di altre marche per la rivista Motosprint, con cui collebaorava da quasi vent'anni, è finito a terra al centro della carreggiata ed è morto sul colpo. A dare l'allarme e a chiamare i soccorsi è stato un camionista, che si è  trovato di fronte alla drammatica scena e ha subito telefonato al 118.

In base a una prima ricostruzione, il motociclista ha perso il controllo della moto dopo aver urtato e tamponato un camion con rimorchio che, sul momento, non si è accorto di nulla. Il conducente del mezzo pesante si è insospettito quando si trovava già a Pian del Voglio e, durante una sosta, ha visto la parte posteriore del camion danneggiata. E' stato lui stesso a chiamare la polizia per segnalare l'anomalia e a quel punto si è capito che il mezzo era coinvolto nell'incidente costato la vita al poliziotto.

Iori, che era partito da Reggio e stava viaggiando in direzione di Bologna, potrebbe essere stato tradito anche dall'asfalto che in quel punto, anche se non stava piovendo, appariva scivoloso, forse a causa di una perdita di olio da parte di qualche mezzo.

La salma del poliziotto è stata ricomposta all'obitorio del cimitero Nuovo di Coviolo, a Reggio Emilia, dove da questa mattina è iniziato un mesto pellegrinaggio da parte dei tantissimi amici e colleghi del sovrintendente.

Elio Iori era nato a Reggio Emilia e avrebbe compiuto 44 anni il prossimo 29 marzo: lascia la compagna e due figlie, di 15 e di 6 anni.

La redazione della Gazzetta di Reggio si unisce al dolore della famiglia, dei colleghi della Stradale e degli amici nell'esprimere le proprie condoglianze.

Lasciate qui sotto il vostro ricordo, se lo avete conosciuto