basket

Tifoso della Grissin Bon getta un fumogeno contro la prefettura

Denuncia per un 35enne di Boretto. Rischia un Daspo Zanni dopo il litigio con Sosa

REGGIO EMILIA. Rischia il Daspo il tifoso della Grissin Bon che venerdì sera ha provocato la reazione di Edgar Sosa, il giocatore della Dinamo Sassari che si è beccato un fallo tecnico. A dirlo èil vice questore Cesare Capocasa. Federizo Zanni, imprenditore 45enne, dopo il brutto gesto sul play dominicano, è stato allontanato dal palazzetto dalla Digos che lo ha già sentito. Agli investigatori ha confermato di aver agito per provocare la reazione del giocatore e arrivare al fallo tecnico.

Ora, dalla questura attendono la relazione dei colleghi di Sassari che già avevano allontanato il tifoso dal Palaserradimigni perchè trovato in possesso di un coltellino. Quindi, scatteranno i provvedimenti.

Non è il solo episodio di cronaca registrato venerdì notte. A finire nei guai è anche un tifoso 35enne di Boretto. L'uomo nel dopo partita era con alcuni amici seduto sui gradini della Ghiara. Ma, sotto i fumi dell'alcol, ha lanciato un fumogeno contro il portone della prefettura che poi ha pure preso a calci.

Il piantone, che per motivi di sicurezza non può  uscire, ha allertato la Digos che è subito intervenuta. Il tifoso della Grissin Bon ha rischiato una denuncia per allarme terrorismo, considerata la tragica giornata di venerdì per gli attentati registrati nel mondo e considerando che la prefettura è considerata un obiettivo sensibile. Se l'è "cavata", per così dire, con denunce per imbrattamento, danneggiamento e accensioni pericolose.