Sull'Appennino reggiano l'aria pura si distribuisce... in barattoli

L’inconsueto gadget contro lo smog, con all'interno l'aria purissima di Marola, distribuito da un finto medico ai partecipanti del motoraduno 2015.

CARPINETI. E' stata l’autentica novità dell’edizione 2015 del motoraduno "Memorial Umberto Manini": stiamo parlando dell'aria purissima di Marola, donata ai concorrenti in una pratica confezione da “aprirsi solo in caso di smog cittadino”. Una trovata realizzata dalla Pro Marola che, con questo simpatico gadget, intende promuovere ancora una volta il proprio territorio. 

L'aria purissima di Marola finisce in... barattolo

E il team del presidente Giovanni Giannasi lo ha fatto da pare suo. Stand con tanto di volontario vestito da dottore laureato in “ariologia” che distribuiva ai partecipanti un campione del prezioso raccolto.

Caldo record, a Novellara inscatolata l'afa in barattoli

E a fianco del banchetto, una piccola mostra fotografica di come il prelievo di campioni di aria purissima fosse stato fatto artigianalmente tra i castagneti del Monte Borello e immediatamente sigillata in un barattolo di plastica.

E' l’imitazione nostrana della più famosa e rinomata “merda d’artista” realizzata nel 1961 dall’artista Piero Manzoni e che oggi vale oro: contiene anche le istruzioni d’uso che, come si legge, consigliano per un migliore utilizzo, di raffrescare il barattolo prima dell’aspirazione. 

A Marola, ovviamente, non hanno nessuna ambizione di gloria, ma cercano solo attraverso iniziative collaterali a quelle numerose realizzate durante l’anno, di rilanciare sempre più il turismo di quella frazione di Carpineti, molto in voga negli anni Ottanta ed ora un po’ dimenticata. 

Per questo, sempre nel barattolo di aria purissima _ 200 quelli donati ai partecipanti il raduno di domenica _ si legge un’ultima annotazione che ha il sapore dell’invito a salire verso la montagna: lasciare liberamente alla portata dei bambini.