Scontro bici-furgone, grave un anziano

Casalgrande: incidente alle 6 di mattina sulla provinciale di Salvaterra. Olinto Casali ricoverato in terapia intensiva

CASALGRANDE. In bici contro un furgone a poche decine di metri di casa. Si trova in condizioni molto serie Olinto Casali, l'83enne pensionato di Salvaterra di Casalgrande rimasto coinvolto, ieri mattina, in un brutto incidente stradale lungo via XXV Aprile, nel suo paese. Si tratta della provinciale 54, che in quel tratto cambia appunto denominazione, in corrispondenza del in centro abitato.

Casali vive proprio in via XXV Aprile, a poca distanza dal luogo dell’incidente. Ieri mattina poco dopo le 6, mentre procedeva in bici, l'83enne si è scontrato con un furgone – un Fiat Ducato guidato da un 27enne residente a Casalgrande – che viaggiava nella sua stessa direzione, verso Rubiera. La collisione è avvenuta all'altezza del civico 56, non lontano dall'abitazione di Casali, che è solito farsi un giro in bicicletta di buon mattino. Le cause e la dinamica ancora non sono del tutto chiare, soprattutto visto che entrambi i protagonisti stavano proseguendo lungo il medesimo senso di marcia. Si dovranno attendere gli esiti dei rilievi effettuati sul posto per avere qualche certezza in più.

L'impatto è stato molto violento, l'anziano è caduto bruscamente a terra e ha riportato sia fratture che lesioni interne, conseguenza della botta contro il furgone e poi del rovinoso atterraggio sull'asfalto. Il 27enne si è subito fermato e ha dato l'allarme. Da Casalgrande è partita un'ambulanza, e da Scandiano l'automedica del pronto soccorso. Arrivati sul posto, i sanitari si sono subito resi conto che la situazione di Casali era critica, e certamente non aiutata dall'età avanzata. Hanno deciso per il ricovero in tutta fretta al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, raggiunto in ambulanza.

L'83enne si trova tutt'ora ricoverato in terapia intensiva all'ospedale reggiano, monitorato costantemente dagli specialisti. Il bollettino medico tende ancora allo scuro, le lesioni riportate sono gravi, vi sono danni agli organi interni, oltre alle fratture e alle contusioni esterne. A Salvaterra la provinciale è rimasta semibloccata al traffico per quasi un'ora, nonostante il rapido intervento dei carabinieri del nucleo radiomobile cittadino per dirigere le operazioni di recupero dei mezzi e per effettuare sul posto diversi rilievi, che serviranno ai tecnici per determinare la dinamica dell'incidente. Si parla però di una via piuttosto frequentata già al mattino, usata da pendolari, trasportatori e aziende, e un poco di colonna – anche dopo le 6 – si è rivelata inevitabile, sino allo sbrogliarsi della matassa. È stato ascoltato anche il 27enne autista del Ducato, e sono stati cercati passanti o residenti che si trovassero in zona e che potessero fornire a loro volta un contributo alla ricostruzione del sinistro. (adr.ar.)