Maxi rissa in stazione, ai 7 imputati condanne fino a 16 mesi

Il giudice accoglie il patteggiamento proposto dai legali dei cittadini nigeriani dopo l'inasprimento delle pene inizialmente respinte

REGGIO EMILIA  L'aumento delle pene ha portato all'accoglimento del patteggiamento proposto dai legali dei sette cittadini nigeriani dopo un precedente respingimento da parte del giudice del tribunale di Reggio. Ai protagonisti della maxi rissa avvenuta a inizio settembre in zona stazione sono state inferte ora pene che vanno da 1 anno ai 16 mesi di reclusione, più pensanti rispetto agli 8-12 mesi proposti inizialmente, rigettati dal giudice Alessandra Cardarelli. La pena più aspra è stata inflitta dal giudice Dario De Luca all'imputato che aveva utilizzato un martello per colpire gli avversari.

Agli imputati è stata inoltre negata la sospensione della pena detentiva, che sarà quindi oggetti di una successiva richiesta di misure alternative da parte della difesa quando la sentenza sarà definitiva. Resta in sospeso il giudizio sull'ottovo imputato perché il suo percorso giudiziario è stato diverso a causa del ricovero in ospedale.