Defunti, mazzi di fiori per i 39 tifosi della Juventus morti all'Heysel

L'omaggio della mamma di una delle vittime, il reggiano Claudio Zavaroni, davanti al monumento eretto a Reggio Emilia

REGGIO EMILIA. In occasione della Commemorazione dei defunti, a Reggio Emilia vengono ricordate le vittime dell'Heysel di Bruxelles, in Belgio, dove il 29 maggio 1985 _ in occasione della finale di Coppa dei Campioni fra Liverpool e Juventus _ morirono 39 tifosi bianconeri.

Tra le vittime, anche il fotografo reggiano Claudio Zavaroni, che aveva 28 anni. La mamma, Adele Zavaroni, accompagnata dalla zia di Claudio, Lella, ha deposto un mazzo di fiori alla memoria di tutti i 39 angeli, con la preghiera che non siano mai più dimenticati, sul monumento eretto in via Matteotti a Reggio Emilia, nel parco di fronte allo storico stadio Mirabello, restaurato tempo fa dopo anni di abbandono.

Il monumento, che ora è provvisto di una copertura per proteggerlo meglio dalle intemperie, adesso è curato da Iuliana Bodnari e Rossano Garlassi del direttivo del Comitato "Per Non Dimenticare Heysel".