castelnovo monti

Esercitazione di salvataggio sulla Pietra

CASTELNOVO MONTI. Domani, alla Pietra di Bismantova si svolgerà una grande esercitazione del Saer. Il Soccorso Alpino Emilia Romagna stazione “Monte Cusna” effettuerà infatti una esercitazione che...

CASTELNOVO MONTI. Domani, alla Pietra di Bismantova si svolgerà una grande esercitazione del Saer. Il Soccorso Alpino Emilia Romagna stazione “Monte Cusna” effettuerà infatti una esercitazione che prevede la simulazione di una attività di ricerca di persona dispersa in un luogo impervio e non antropizzato.

I volontari, operatori e unità cinofile, lavoreranno in squadre di ricerca sotto il coordinamento dei Tecnici di Ricerca del Soccorso Alpino e Speleologico. «Lo scopo dell’esercitazione – spiega il Saer – è quello di formare i nostri volontari alle ricerche, sempre più frequenti, di persone disperse o scomparse in ambiente montano e non antropizzato. Le tecniche di ricerca dispersi in ambiente impervio e ostile utilizzano avanzati software cartografici tridimensionali e specifiche apparecchiature radio digitali Gps che rendono possibile l’individuazione delle squadre e unità cinofile impegnate durante gli interventi».

L’esercitazione, prenderà il via alle 8.30 e avrà termine intorno alle 13.30, inizierà con il briefing delle operazioni di ricerca, esattamente come si procede in una situazione reale di ricerca persona dispersa.

«Questa giornata – conclude la nota del Saer – è ancora una volta la conferma che una delle priorità del Soccorso Alpino, attraverso la sua attività di formazione e le esercitazioni ad essa correlate, è proprio quello di avere al suo interno figure specifiche, addestrate ad operare non solo in condizioni e negli ambienti più diversi, ma anche ad utilizzare tecnologie all’avanguardia. La strada intrapresa è ben delineata: il Volontariato deve sempre più coincidere con la professionalità. In montagna, come in grotta, in forra o in qualsiasi ambiente ostile od impervio, la buona volontà da sola non salva la vita». (l.t.)