Parrucchiere muore a 50 anni, è mistero

Dramma a Reggiolo, la procura di Reggio dispone l’autopsia e apre un fascicolo per omicidio colposo

REGGIOLO. Sono ancora tutte da chiarire le cause del decesso di un parrucchiere mantovano di 50 anni, Marco Marchi, avvenuta domenica mattina in un’abitazione di via Norvegia a Reggiolo. La procura di Reggio Emilia, proprio per questo motivo, ha disposto per domani mattina l’autopsia per fare completa chiarezza sulle cause della morte. Il sostituto procuratore Valentina Salvi, che indaga sulla tragica fine del parrucchiere, per il momento ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti.

Di conseguenza i funerali non possono ancora essere fissati. Marco Marchi è stato trovato privo di vita, stroncato probabilmente da un infarto, nell’abitazione di un amico a Reggiolo. A dare l’allarme, domenica mattina alle 9, è stato lo stesso amico, che ha subito allertato il 118. Purtroppo i soccorsi non hanno potuto fare nulla. Ora la salma è composta all’ospedale di Guastalla.

La morte di Marco Marchi, il parrucchiere di corso Pradella a Mantova, conosciutissimo, apprezzatissimo professionista da cui gli abitanti di mezza città virgiliana si serviva, ha lasciato tutti senza parole.

Era un uomo dallo spirito giovane, nonostante i cinquant’anni che non dimostrava nemmeno, pieno di vita, di allegria, un uomo da cui l’idea di morte, di fine, appare più che mai lontana, appunto impensabile.

Il passaparola tra gli amici e quello su Facebook, sul suo profilo personale, testimonia dello shock provocato dalla scomparsa di Marco e del vuoto che lui ha lasciato.

I genitori e la sorella Stefania e i tantissimi amici però non potranno ancora dargli addio e dovranno aspettare il nulla osta della procura di Reggio. Il parrucchiere lascia anche le sue adorate due gatte, alle quali aveva dato il nome delle gemelle Kessler, Ellen e Alice.