Segnalata una base di missili a Corticella ma è uno scherzo

Il cartello fasullo “scovato” su Fb dal sindaco di Rubiera. L’assessore Tutino: è una goliardata, presto rà rimosso

REGGIO EMILIA. “Da Corticella mi chiedono informazioni. O chiami la Nato, o mandi i vigili... #buontemponi. Questo il messaggio, con tanto di smile, con cui Emanuele Cavallaro, sindaco di Rubiera, si rivolge sulla sua pagina Facebook al sindaco di Reggio Luca Vecchi dopo avere postato una fotografia a dir poco curiosa. Accanto al cartello stradale Via Madonna di Corticella svetta un secondo segnale con tanto di freccia su cui si legge “Base Missilistica”. E se non fosse per la stranezza di trovarci in presenza di una base missilistica nelle campagne di Corticella, il segnale potrebbe essere autentico.

Uno scherzo? Naturalmente sì ma tecnicamente perfetto. A confermarlo non è Luca Vecchi ma l’assessore Mirko Tutino: niente paura, è una bufala, e il cartello sarà al più presto rimosso. Peccato, penserà qualcuno, era davvero una bella trovata e poi davvero qualcuno ci potrebbe credere?

In ogni caso la Nato non arriverà. Forse i vigili sì, ma giusto per rimuovere il cartello. Intanto il post di Cavallaro non è passato inosservato. In tanti sono stati al gioco ed è partito un divertente botta e risposta. Oltre ai numerosi like c’è chi butta lì un “Ok... tra un po' arrivano i pacifisti!!!!” e chi rincara la dose con l’invito a “un sit-in per la chiusura della base”. “Io abito proprio li e non se ne può più di questa base... troppo rumore” finge di stare al gioco un residente mentre qualcuno ammette: “Sì l'ho visto anche io il cartello ma non mi sono posta la domanda se poteva essere vero”.

Per il resto, è un trionfo di commenti esaltanti: stupenda, numeri uno, bellissima, geniale. E qualcuno azzarda: “Lasciatela lì...”. Ma non sarà accontentato.