Anziano si schianta in auto e muore

di Luca Tondelli

Castelnovo Monti: l’82enne Pietro Parmeggiani, forse colto da un malore, ha urtato una 500 e poi è uscito di strada

CASTELNOVO MONTI. Una carambola che ha coinvolto un’altra auto, per poi finire contro il muro laterale alla statale 63, è stata ieri mattina, poco dopo le 11, il tragico epilogo della vita di Pietro Parmeggiani, 82enne piuttosto conosciuto, sia a Frassinedolo di Busana (paese di cui è originrio, che ha sempre continuato a frequentare e dove saranno celebrati domani i funerali), sia a Castelnovo, dove risiedeva nella stessa abitazione della sorella Veronica, in via Carlo Alberto Dalla Chiesa.

L’ipotesi più probabile è che Parmeggiani sia stato colto da un malore mentre guidava. L’incidente è avvenuto lungo la statale 63, praticamente ancora nel tratto urbano che attraversa Castelnovo, in direzione di Sparavalle, dove si trova l’incrocio con via Mapriana.

Parmeggiani era al volante della sua Opel Astra station wagon, ma in prossimità della curva verso sinistra che supera le ultime case di Castelnovo prima della località Tavernelle, ha parzialmente invaso l’altra corsia. Su questa è avvenuto l’urto con una Fiat 500, al cui volante si trovava un uomo di Castelnovo di 37 anni.

L’auto è stata urtata sul fianco sinistro, piuttosto duramente. Sono subito entrati in funzione tutti gli airbag, che hanno protetto il conducente che se l’è cavata con lesioni superficiali: portato per accertamenti al pronto soccorso del Sant’Anna, è stato dimesso con una prognosi di pochi giorni. Dopo l’impatto con la Fiat, la Opel condotta da Parmeggiani è rientrata verso destra, andando a concludere la sua corsa impattando contro il muro in sasso a lato della strada. I soccorsi sono stati immediatamente chiamati dagli altri automobilisti, numerosi a quell’ora sulla principale arteria dell’Appennino: sono intervenuti i mezzi della Croce Verde di Castelnovo e dall’ospedale Sant’Anna, ma l’82enne era già deceduto.

Vista anche la dinamica dell’incidente ha immediatamente preso corpo l’ipotesi che l’uomo fosse stato colto da un malore. Parmeggiani si stava con ogni probabilità recando da Castelnovo a Frassinedolo, un percorso che compiva quasi quotidianamente visto che era fortemente legato a quello che considerava ancora il suo paese, dove infatti aveva anche mantenuto la residenza nonostante da un po’ di tempo vivesse nel centro di Castelnovo. Pensionato, l’uomo aveva lavorato per anni negli uffici di collocamento dell’Appennino, in particolare a Busana.

La sua famiglia è molto nota anche per l’omonima assicurazione, di cui oggi sono titolari i nipoti di Parmeggiani.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti per i rilievi gli agenti della Polizia Stradale del distaccamento di Castelnovo Monti, con l’ausilio degli agenti della Polizia Municipale di Castelnovo Monti che si sono occupati di dirigere il traffico, che è risultato rallentato per circa un’ora.