Correggio, si finge carabiniere e tenta di rubare in due appartamenti

di Serena Arbizzi

Il colpo è stato sventato venerdì sera di fronte alla ditta Corghi, in una villetta bifamigliare sulla statale per Carpi

CORREGGIO. I residenti hanno sventato un furto in atto. È successo venerdì sera di fronte alla ditta Corghi, in una villetta bifamigliare sulla statale per Carpi.

Una ragazza che abita al primo piano ha sentito rumori sospetti provenienti dall’appartamento al piano terra, dove abita una ottantenne. Inizialmente la giovane non si è stupita più di tanto. Tuttavia, dopo pochi minuti, ha sentito i passi compiuti di corsa da qualcuno lungo le scale della villetta. Poi il campanello di casa della giovane si è messo a suonare a ripetizione. Lei ha aperto la porta e le si è presentato un giovane, ben vestito, dalle sembianze nordafricane ma in grado di parlare un italiano fluente.

Questo ragazzo le ha spiegato che c’era un’emergenza in corso, che lui era un carabiniere in borghese e che nell’appartamento di sotto c’era stato un furto, quindi temeva che i ladri stessero entrando anche nell’appartamento al primo piano. La ragazza ha intuito subito che qualcosa non andava, e la versione del giovane non poteva essere vera. Quindi lei ha domandato al finto carabiniere in borghese il tesserino di riconoscimento. Lui non ha mostrato alcun tesserino e, anzi, ha insistito dicendo di dover perlustrare l’appartamento per verificare che non ci fosse nulla sottosopra. La proprietaria ha detto di voler chiamare suo padre, e il ragazzo si è dileguato scendendo velocemente le sale. La ragazza ha poi raggiunto l’anziana al piano di sotto e le ha parlato.

L’80enne le ha raccontato di essersi trovata di fronte il sedicente carabiniere in borghese che, con la stessa scusa, le ha chiesto di verificare se avesse ancora oro e soldi, perché avevano avuto segnalazione di un furto nel suo appartamento. Mentre la signora era impegnata a parlare, un complice è entrato in casa rovistando dappertutto, dopo aver sollevato la tapparella della finestra con una scopa. Ma pare che il ladro non abbia trovato nulla. Del fatto sono stati avvisati i carabinieri. Nella stessa serata altri ladri hanno tentato di compiere furti al quartiere “I ciliegi”, quindi si pensa che ci siano più bande che agiscono in contemporanea.