Moto contro auto, gravi padre e figlio

Frontale in curva a Roncroffio: 38enne in coma a Parma. Il bimbo non è in pericolo di vita. Ferite pure mamma e bimba

CASTELNOVO MONTI. Un tremendo schianto tra una moto e un’auto, nel quale sono rimasti coinvolti due bimbi di 2 e 8 anni, una donna ferita ferita in modo lieve e un centauro invece gravissimo, che ora rischia la vita all’ospedale Maggiore di Parma. Questo il bilancio di un tremendo incidente stradale che si è verificato ieri pomeriggio a Roncroffio, una località a pochi chilometri da Castelnovo Monti.

Erano le 17 e una giovane donna, alla guida della sua macchina con la figlia di due anni sul seggiolino posteriore, stava percorrendo la strada tra Roncroffio e Villa Berta: una carreggiata stretta e con una limitata visibilità. Dalla parte opposta sopraggiungeva una moto da cross guidata da un 38enne residente in zona – di cui non riportiamo il nome per la tutela del figlio minorenne – che sul sellino posteriore trasportava il bambino di 8 anni. In prossimità di una curva, per cause in corso di accertamento, macchina e moto si sono scontrate in modo frontale: un urto tremendo, che ha fatto scattare l’airbag dell’auto. Grazie al dispositivo di sicurezza, la giovane mamma ha riportato lesioni lievi, così come la piccola, uscita quasi illesa dall’incidente. In ogni caso entrambe, per accertamenti, sono state trasportate dai volontari della Croce Verde al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti.

Ad avere la peggio, invece, sono stati i due sulla moto: in particolar modo il 38enne, che è stato sbalzato dalla sella ed è andato a sbattere con violenza contro il parabrezza della vettura, sfondandolo. Quando, poco dopo, i sanitari del 118 hanno prestato le prime cure al motociclista 38enne, si sono subito resi conto della gravità delle sue condizioni: l’uomo ha riportato un importante trauma cranico, è andato in coma ed è in condizioni molto gravi. Meno preoccupanti, ma pur sempre gravi, le condizioni del figlio di 8 anni, caduto dalla moto ma non a molti metri di distanza come il genitore.

Vista la dinamica dell’incidente e la necessità di tempestività, la centrale del 118 ha inviato sul posto due elicotteri, uno da Pavullo e uno da Parma: bambino e papà sono stati trasportati d’urgenza al Maggiore di Parma, dove il motociclista è ricoverato in rianimazione con prognosi riservata.

I rilievi sul posto sono stati eseguiti da due pattuglie della Polstrada di Castelnovo Monti. Gli agenti, quantomeno nell’immediatezza, sul luogo dell’impatto hanno ritrovato un solo casco. E’ possibile, dunque, che lo indossasse solamente il bambino. Su questo ed altri aspetti non chiari e delicati sono in corso le dovute verifiche da parte degli agenti del comandante Roberto Rocchi, che dovranno valutare con esattezza gli elementi rinvenuti sul luogo dello schianto frontale. (adr.ar.)