Arriva a Reggio Emilia la Stella Rossa, chiusi Petali e Acquatico

di Tiziano Soresina

Prime decisioni del Comitato provinciale sicurezza in vista del match di Europa League col Sassuolo: super rinforzi per polizia e  carabinieri, strade presidiate in zona-stadio, lettera della Confcommercio per mettere in guardia gli associati

REGGIO EMILIA. Un piano piuttosto articolato e necessario per non trovarsi impreparati il 18 agosto quando la partita di Europa League Sassuolo-Stella Rossa porterà a Reggio un migliaio di ultras serbi, espressione di una delle tifoserie più violente d’Europa. E la riunione d’urgenza – in prefettura – del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ha dato concretamente seguito alle indicazioni da “rischio 3” stabilite giorni fa dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive.

Reggio Emilia, il Sassuolo ai playoff contro la "terribile" Stella Rossa

Una riunione molto partecipata con rappresentanti di Provincia, Comune, forze dell’ordine, Ausl, Santa Maria Nuova, Seta, Sassuolo Calcio, Camera di commercio, Confcommercio, Confesercenti, Cna. Al tavolo anche realtà come FestaReggio, il centro commerciale “I Petali” e il “Centro acquatico” che sono a poca distanza dallo stadio.

Ebbene, il provvedimento più significativo riguarda proprio centro commerciale e piscina – solitamente molto affollati – che sono stati invitati a tener chiuso per tutta la giornata della partita. Un’indicazione che è già una certezza di chiusura. Ma potrebbero essere anche le attività che abbraccerano la prospettiva della chiusura quel giorno, come lascia intendere Donatella Prampolini, presidente provinciale della Confcommercio: «Al fine di garantire l’ordine pubblico e di non mettere a repentaglio persone e attività, gli associati che gravitano sulle zone di via Filangeri, via Morandi, via del Chionso, zona stadio, sono invitati a riflettere sull’opportunità di tenere chiuse le attività commerciali nell’intera giornata del 18 agosto.

Lo stesso invito è stato fatto al Centro commerciale “I Petali” e a tutte le attività nei dintorni, ivi comprese la palestra, la multisala e la piscina. Siamo consapevoli di chiedere uno sforzo economico importante in questo difficile momento – conclude – soprattutto per le attività stagionali, ma l’appello è frutto di una serie di valutazioni che ci portano a pensare che il rischio di tenere aperte le attività in queste circostante sia troppo elevato».

Rischio «massimo» per Sassuolo-Stella Rossa

L’inaugurazione di FestaReggio, fissata proprio per il 18 agosto, non subirà limitazioni: non vi saranno ospiti importanti (il che aiuta sul piano logistico-organizzativo) e sono confermati i tradizionali fuochi d’artificio.

Relativamente al cordone-sicurezza, in città arriveranno non pochi rinforzi – come già deciso da Roma – e potrebbero essere quindi più di duecento gli uomini mobilitati, il che soddisfa la questura: «Stiamo predisponendo le migliori strategie – si limita a dire il questore Isabella Fusiello alla Gazzetta – affinché si svolga la partita in maniera regolare, in modo che sia una festa e non un evento spiacevole».

In campo anche i reparti mobili dei carabinieri e l’Arma concentrerà a Reggio anche diversi militari delle stazioni di provincia. Sono allo studio pattugliamenti per controllare le varie strade di accesso allo stadio.

Reggio Emilia invasa dai tifosi, ordinanza urgente vieta la vendita di alcol

Tutto ciò sarà garanzia di un presidio puntuale ed efficace, senza militarizzazione della città, il che poteva rischiare di essere addirittura controproducente. Non è escluso che casello e stazione vengano tenuti d’occhio già il giorno prima del match. Un concatenarsi di decisioni e professionalità che il Comune attraverso Giovanni Vignali, portavoce del sindaco, mette bene in evidenza: «Il Comune sta lavorando con profitto con tutti gli enti preposti per il conseguimento di tutte le misure di sicurezza. Uno sforzo massimo per conseguire il miglior piano di sicurezza possibile».

Ma quanti tifosi serbi approderanno a Reggio? Il Sassuolo Calcio ha messo a disposizione della Stella Rossa mille biglietti, nominali. E il club di Belgrado manderà un preciso elenco con i dati identificativi di chi ha comprato il biglietto.

Serbia: fuoco sugli spalti, interrotto il derby Partizan-Stella Rossa