Due cicliste investite sulle strisce a distanza di un'ora

Reggio Emilia: doppio incidente in via Prati Vecchi a Cella e in via Hiroshima a Pieve Modolena. Gravissime le condizioni della donna travolta da un’auto davanti al Meridiana

REGGIO EMILIA. Stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali in sella alle rispettive biciclette quando, a distanza di un’ora l’una dall’altra, sono state centrate da un’auto i cui conducenti, forse a causa del buio o di una distrazione, non si sono accorti della presenza delle cicliste. Due incidenti analoghi nella loro dinamica si sono verificati a Cella, all’inizio di via Prati Vecchi, e davanti al Meridiana, in via Hiroshima a Pieve. Entrambe le cicliste stavano attraversando sulle strisce, nei pressi di una rotatoria, e sono state investite.

Il primo incidente, a Cella, si è verificato poco prima delle 20: una donna è stata centrata dal conducente di una Opel Agila che l’ha scaraventata a terra. Soccorsa dai volontari della Croce Rossa di Cavriago e dal personale dell’automedica, la donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova. Le sue condizioni, per fortuna, non sembravano particolarmente gravi. Sulla dinamica dell’incidente indagano gli agenti della polizia municipale di Reggio.

Un’ora più tardi, poco prima delle 21, il secondo incidente, nei pressi della rotonda del Meridiana. La ciclista, senza far scattare il rosso per le auto con l’apposito semaforo, ha attraversato via Hiroshima comunque sulle strisce, venendo travolta da un’auto e scaraventata contro il guard rail. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi e, dopo essere stata medicata sul posto dai volontari della Croce Rossa e dai medici del 118, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Reggio. Sul posto, tre auto della polizia per le indagini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA