Mamma trovata morta dalla figlia, mercoledì i funerali

di Ambra Prati

Reggio Emilia, la donna aveva 48 anni ed era una dipendente dell'Ausl

REGGIO EMILIA. Si terranno mercoledì (23 novembre) i funerali di Micaela Montecchi, 48 anni, la madre di famiglia trovata morta in casa dalla figlia per cause al momento ancora sconosciute.
Per tutti coloro che vorranno porgerle l’estremo saluto, la camera ardente sarà aperta oggi per tutto il giorno al cimitero di Coviolo, dove le onoranze funebri Cavazzoni hanno composto il feretro.
La cerimonia religiosa è fissata per domani pomeriggio, con partenza alle 14.30 da Coviolo e arrivo alle 15 alla chiesa della Roncina, dove avrà luogo il rito religioso.

La donna era stata rinvenuta senza vita nella notte tra venerdì e sabato scorsi nella sua abitazione, al quartiere Foscato. All’una la figlia 19enne, rientrata dopo una serata passata con le amiche, aveva trovato la mamma sul divano. Pareva dormisse, invece Micaela non si è più svegliata: i sanitari, accorsi all’abitazione, non avevano potuto far altro che constatarne il decesso.
Una morte ancora da chiarire: perciò ieri, all’Istituto di medicina legale di Modena, è stata eseguita l’autopsia, richiesta dal sostituto procuratore di turno.
«Micaela era diabetica ed era affetta da diverse patologie correlate, ma nulla di così grave che potesse far pensare a una scomparsa così improvviso – spiega il fratello Massimiliano – perciò vorremmo sapere cosa possa essere successo. Ci auguriamo che l’esame autoptico chiarisca l’accaduto. Mia nipote sta reagendo con coraggio».

Il familiare ci tiene anche a ringraziare le colleghe di Micaela e le coetanee della figlia per i numerosi messaggi di cordoglio che in questi giorni sono pervenuti alla famiglia: la 48enne era dipendente dell’Ausl e lavorava negli ambulatori di via Monte San Michele, dove si occupava delle prenotazioni.
Micaela, vedova da dieci anni, lascia la figlia Andrea Consuelo, il fratello Massimiliano, la sorella Monica e la madre Marianna.