Minaccia di morte l’ex, arrestato 42enne

Sant’Ilario: la donna lo aveva già denunciato tre volte. Lui, non accettando la fine della relazione, le aveva bruciato l’auto

SANT'ILARIO. Ancora una storia di violenza. Di un amore che diventa incubo. Dell'uomo che un tempo giurava di amare una donna, che si trasforma e diventa invece colui che la minaccia persino di morte, quando la storia finisce. E quell’addio non lo vuole accettare.

Un copione purtroppo visto e rivisto. Ma che sembra non voler cambiare mai. Stavolta, succede a Sant'Ilario. Qui, dopo l'ennesimo blitz sotto casa della donna e l'ennesima minaccia di morte, l'uomo è stato arrestato. Ora resta in cella: non molto tempo fa le aveva anche bruciato l'auto. Il quadro si è fatto molto preoccupante. E pericoloso.

Contro di lui, infatti, c'erano già tre denunce presentate dalla donna per maltrattamenti in famiglia, minaccia e atti persecutori. Complice di questa condotta anche l’uso smodato di bevande alcoliche.

Ma nonostante la richiesta di aiuto alle forze dell’ordine e alla Procura, l’uomo ha continuato a perseguitare l’ex compagna. A non darle tregua. Sino ad arrivare, l’altro pomeriggio, a presentarsi sotto la sua abitazione e, dopo averla ripetutamente offesa, ha proferito nei confronti della donna la inequivocabile minaccia: «Ti devo ammazzare».

La donna, una 40enne di Sant’Ilario, già psicologicamente provata dal comportamento dell’uomo e costretta, proprio per le continue persecuzioni subite, a cambiare le proprie abitudini di vita, terrorizzata per l’ennesimo blitz dell’uomo, ha chiamato immediatamente i carabinieri. I militari di Sant’Ilario d’Enza, conoscendo la situazione e con quelle tre denunce già sul tavolo del sostituto procuratore Maria Rita Pantani, si sono quindi precipitati presso l’abitazione della donna. Prendendo molto seriamente quella segnalazione. L’uomo, all’arrivo dei carabinieri, si è allontanato. Non ha fatto molta strada: i carabinieri, grazie anche alle indicazioni di alcuni testimoni che, esterrefatti, avevano assistito alla condotta violenta dell’uomo, l’hanno rintracciato all’interno di un bar poco lontano. E' stato arrestato. L’uomo, un 42enne italiano, al termine delle formalità di rito è stato rinchiuso in cella. Ora rischia di rimanere dentro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA