Brucia la canna fumaria danneggiato il tetto

Bibbiano: rogo in via Matteotti ha devastato 35 metri quadrati di copertura Tre squadre dei vigili del fuoco sono rimaste impegnate per oltre due ore

BIBBIANO. Allarme incendio ieri mattina intorno alle 13 in una villetta bifamigliare di via Matteotti, a Bibbiano. Secondo una prima ricostruzione, l’incendio è da imputare a un problema alla canna fumaria, di un caminetto. Il surriscaldamento ha provocato le fiamme che si sono propagate sulla copertura in legno, della doppia abitazione di recente costruzione.

La richiesta di aiuto al 115 ha visto la centrale operativa di Reggio Emilia far intervenire sul posto tre squadre di pompieri: uno mezzo da partito dal distaccamento di Sant’Ilario, uno da Reggio Emilia oltre al mezzo scala per raggiungere il tetto della villetta.

I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare oltre due ore per avere la meglio sulle fiamme ed evitare che il fuoco si propagasse ulteriormente andando a intaccare il resto della copertura dell’abitazione. Alla fine, i danni sono limitati a un circa trentacinque metri quadri di copertura di struttura dovuti alla potenza del fuoco.

Erano circa le 13 quando qualcuno si è accorto del fumo nero e delle fiamme sul tetto della abitazione. L’arrivo tempestivo dei vigili del fuoco in questi casi è cruciale per scongiurare danni eccessivi.

I vigili del fuoco capita la situazione, hanno fatto intervenire il mezzo scala necessario per raggiungere la sommità. Quindi dall’alto hanno operato a lungo. In questi casi non basta solo spegnere le fiamme con l’acqua, ma anche tagliare letteralmente il tetto in modo che le fiamme siano costrette ad arrestarsi.

Ora per le famiglie che abitano nelle due abitazioni è l’ora della conta dei danni: quelli dovuti all’incendio e quelli necessari al suo spegnimento.

In questa stagione, non sono rari gli interventi dei vigili del fuoco per canne fumarie. Colpa di errori di progettazione, poco isolamento tra canna e tetto o di inefficace manutenzione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA