Muore a 47 anni per una leucemia fulminante

Lutto a Poviglio: Stefano Dall’Asta era stato ricoverato in ospedale martedì per la febbre molto alta. Il funerale oggi alle 14.30

POVIGLIO. È morto due giorni dopo il ricovero all’ospedale di Guastalla, Stefano Dall’Asta, 47enne di cui oggi pomeriggio si svolgeranno i funerali. Era originario di Poviglio e abitava a Sorbolo Levante assieme alla compagna Cinzia, sembra sia stato stroncato da una leucemia fulminante, che gli ha provocato una febbre molto alta per alcuni giorni.

Inizialmente, quella che poteva sembrare una normale influenza (assai comune in questo periodo) ha portato la febbre a temperature decisamente elevate, che hanno costretto l’uomo – martedì – al ricovero in ospedale a Guastalla. Poi l’entrata in coma, fino al decesso, sopraggiunto nella giornata di giovedì.

La notizia dell’improvvisa scomparsa di Dall’Asta si è diffusa rapidamente nella Bassa. Il 47enne, che aveva la passione per le motociclette, lavorava come operaio a Poviglio, alla Hce (ex Amcoveba), e sempre a Poviglio era molto conosciuto. Sul posto di lavoro la sua scomparsa ha scosso i colleghi, abituati a vederlo ogni giorno e a condividere con lui non solo le mansioni lavorative ma anche gli interessi al di fuori della fabbrica. Questa settimana non era rientrato al lavoro a causa della febbre alta (aveva anche postato una foto su Facebook del termometro, a testimonianza delle sue condizioni), poi la situazione è improvvisamente precipitata. Negli ultimi tempi si era sottoposto ad alcuni controlli che non avevano lasciato presagire una situazione così critica. L’uomo, oltre alla compagna, lascia la figlia Giulia, la madre Ida (che vive in centro a Poviglio), la sorella Stefania, il cognato Vittorio, la nipote Alessandra e altri parenti. Il corteo funebre oggi partirà alle 14 dall’ospedale di Guastalla e si dirigerà in chiesa a Poviglio dove, alle 14.30 circa, si terrà il funerale. Al termine, la salma sarà tumulata nel cimitero locale. Ieri sera, in chiesa a Poviglio, si è svolto il Rosario. (a.v.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA