È mamma e infermiera l’aspirante assessora

di Luca Tondelli

Casina e le quote rosa: Naike Sentieri, 36 anni, ha risposto al bando del Comune «Giusta idea trovare così la candidata, sono pronta a mettermi a disposizione»

CASINA. C’è una prima candidatura al ruolo di assessora del Comune di Casina. Fino ad ora erano arrivate solo richieste di informazioni, dopo che l’amministrazione locale aveva pubblicato un bando per rispondere alla sollecitazione del difensore civico regionale, che chiedeva di inserire in giunta almeno una donna, in ossequio alle norme sulla parità. Ora c’è una domanda concreta, già inviata agli uffici comunali, anche se mancano ancora 10 giorni alla scadenza del bando (fine gennaio) e potranno quindi arrivarne anche altre.

La candidatura è quella di Naike Sentieri, originaria di Felina, 36 anni, già dipendente Ausl e attualmente dipendente come infermiera e Case manager della casa di cura Villa Verde.

Una donna giovane, mamma di un bambino e una bambina, che in questo periodo sta anche aiutando il marito Alessandro Scolari ad avviare un nuovo negozio di elettronica in centro a Casina.

Siamo ancora a metà del guado, certo, ma Naike mostra di avere tutte le carte in regola per poter ambire all’incarico. La candidata è laureata in Infermieristica all’Unimore, con un master in Management e coordinamento delle figure sanitarie e un secondo in via di ultimazione in Infermieristica legale forense.

Naike Sentieri ha già le idee chiare sull’incarico che potrebbe ricoprire. «So che non rispondo a tutti i requisiti richiesti perché non ho esperienze politiche precedenti - afferma – e spero che prima della chiusura del bando arrivino altre candidature, ma personalmente mi sentirei onorata di mettermi a disposizione del mio paese e lavorare per la comunità, e trovo che sia molto giusto e importante che in Giunta ci sia una rappresentanza di entrambi i sessi». Naike è anche consapevole dell’unicità del percorso che si è deciso di affrontare a Casina per l’individuazione di una donna assessore, attraverso un avviso pubblico sul sito istituzionale del Comune. «Credo però che l’Amministrazione abbia fatto benissimo a farlo - dichiara - Ho voluto inviare la mia disponibilità perché comunque ero interessata già quando era uscita la notizia che in Giunta c’era bisogno di inserire una donna, prima che si scegliesse di pubblicare l’avviso sul sito. Quando l’hanno pubblicato mi è sembrato importante dire che io ero a disposizione. Ho fatto naturalmente presente che non ho esperienze politiche precedenti, e tra l’altro non mi sento vicina a nessun partito in particolare, ma sono convinta che un impegno amministrativo debba essere per il bene di tutta la collettività. Però di provare a mettermi in gioco ne avevo voglia. So anche che chiunque sarà scelta, visto il percorso particolare, facilmente sarà sottoposta a critiche, me lo aspetto».

Felinese di origine, ma residente a Casina da anni, Naike potrebbe dare il proprio apporto su un raggio piuttosto ampio di settori. «Porterei la mia esperienza professionale nel settore socio-sanitario, ma mi interesso anche di scuola, istruzione, turismo, sarei contenta di collaborare con gli attuali assessori che si occupano di questi temi ma ripeto, spero che arrivino anche altre candidature» conclude l’aspirante assessora.