Castelnovo Monti, marito ferisce la moglie con i cocci di un bicchiere

Per anni ha subito insulti, botte e violenze. Dopo l'ennesima lite è scappata in casa dove è stata soccorsa dai carabinieri che hanno denunciato e allontanato l'uomo

CASTELNOVO MONTI. Per anni la ha insultata, violentata e picchiata. Già nel 2006 aveva tentato di ferirla con un coltello da cucina. Ma ieri (lunedì 23 gennaio) l'uomo è andato oltre: dopo averla riempita di calci e pugni ha tentato di strangolarla e l'ha ferita con i cocci di un bicchiere. È stata questa la drammatica realtà raccontata dalla donna, una 47enne abitante in un comune alla prima periferia di Reggio Emilia, costretta a subire ogni tipo di angheria da colui che si è rivelato essere un vero e proprio “marito – padrone”.

Ogni occasione era buona per rendere la vita impossibile alla moglie. Rompeva la lavatrice per farle lavare i panni a mano con l’acqua fredda. Con la scusa di dover risparmiare levava le lampadine lasciandola al buio. Le impediva di aver una vita sociale tanto che la donna non aveva nessuna amica. Il tutto condito da offese, minacce e botte, tante botte.

L’ultimo grave episodio ieri mattina quando al culmine dell’ennesimo litigio l’uomo ha manifestato la sua violenza picchiando la moglie colpita a calci e pugni e ferita ai polsi con un pezzo di vetro preso da un bicchiere che lo stesso uomo ha mandato in frantumi. Urla e grida disperate d’aiuto quelle lanciate dalla donna che dopo aver subito un tentativo di strangolamento è riuscita a divincolarsi e fuggire da casa trovando rifugio dai vicini.

Quindi l’allarme al 112 dei carabinieri che girava l’intervento a equipaggio del nucleo radiomobile della compagnia di Castelnovo Monti. I militari giunti sul posto notavano per strada la donna con i polsi sanguinanti e dolorante in tutte le parti del corpo per le botte ricevute. I militari l'hanno soccorsa e portata in ospedale dove è stata medicata e poi dimessa con una prognosi di 8 giorni per un trauma cranici commotivo, abrasioni al polso ed ecchimosi alla base del collo

Il marito invece è stato denunciato alla Procura reggiana per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Nei confronti dell’uomo i militari, d’intesa con la Procura reggiana, hanno applicato la misura pre-cautelare dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare.