Ferito a coltellate al petto in centro a Scandiano

I soccorritori trovano il 33enne al parco della Resistenza, racconta di non conoscere il suo aggressore

SCANDIANO. Accoltellato in pieno centro a Scandiano. Sono le prime sommarie informazioni sulle quali i carabinieri della tenenza di Scandiano stanno lavorando per cercare di fare piena luce su di un episodio inquietante registrato nella notte tra sabato e ieri.

Tuttoè successo intorno alla mezzanotte. È a quell’ora che un uomo di 33 anni – cittadino albanese residente a Casalgrande, persona non nota alle forze dell’ordine in precedenza – ha telefonato a un amico raccontando di essere stato ferito e di aver bisogno di aiuto. Da quella chiamata, l’intervento dell’ambulanza e dell’automedica inviate dalla centrale operativa del 118 al parco della Resistenza. È qui, infatti, che l’uomo si sarebbe rifugiato dopo l’aggressione. È da qui che partono le indagini dei carabinieri per ricostruire con esattezza quanto accaduto.

L’uomo ha riportato una ferita superficiale da arma da taglio al torace e una più profonda sotto l’ascella. È stato medicato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Ma le sue condizioni non destano preoccupazione. Tanto è vero che già nella giornata di ieri è stato dimesso.

In queste ore il ferito è stato sentito dai carabinieri per cercare di ricostruire che cosa esattamente sia accaduto. In prima battuta avrebbe solo detto di non conoscere l’aggressore e che il ferimento sarebbe avvenuto in via Mazzini. Da qui, poi, sarebbe fuggito sino a raggiungere il parco della Resistenza, dove ha atteso l’arrivo dei soccorsi.

Una testimonianza che ora è al vaglio dei carabinieri, che per ricostruire quanto accaduto cercheranno anche di farsi aiutare da eventuali immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza presenti a Scandiano, che potrebbero aver immortalato l’aggressione e magari proprio il volto della persone che ha ferito il 33enne. Saranno utili anche eventuali altre testimonianze di chi a quell’ora, nemmeno troppo tarda, in centro a Scandiano potrebbe aver visto la scena. L’obiettivo è fare luce su ciò che è accaduto in centro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA