Minaccia il vicino di casa e spara in aria

Denunciata una 54enne dopo l’alterco: ha impugnato la scacciacani e ha fatto fuoco. I carabinieri sequestrano l’arma

BORETTO. Rapporti di vicinato sempre più burrascosi nella Bassa. L’ennesimo episodio riguarda una 54enne che non ha esitato a sparare in aria due volte, impugnando una scacciacani, per un dissidio col vicino. Ora la donna è stata denunciata.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri del paese, la 54enne sarebbe scesa nel cortile della sua abitazione dove si trovava il vicino impugnando la pistola: con questa lo ha minacciato, poi ha sparato in aria. Il vicino di casa, un 35enne, era intervenuto nel timore che la vicina potesse scendere in cortile e danneggiargli la macchina. Evidentemente tra le parti i rapporti erano logori da tempo per precedenti episodi. L’uomo si era precipitato verso l’autovettura, forse nell’intento di spostarla e andare a letto più tranquillo. Ma la scena avrebbe comunque scatenato l’ira della donna, che ha preso una scacciacani di piccolo calibro, peraltro sprovvista di tappo rosso e quindi all’apparenza sembrava un’arma vera e propria, è scesa nell’atrio condominiale e ha sparato. L’uomo è corso via spaventato e ha chiesto aiuto al 112.

Sul posto sono stati fatti arrivare i carabinieri di Boretto che, alla luce del grave episodio, hanno perquisito la casa della donna alla ricerca dell’arma vista dal vicino, ma anche da altre persone presenti in quel momento.

La scacciacani calibro 8 millimetri è stata effettivamente trovata e sequestrata. La donna, invece, al termine degli accertamenti, supportati sia dalla denuncia della vittima che dalle concordi testimonianze di altre persone presenti, è stata denunciata a piede libero per minaccia aggravata e procurato allarme.

Non è il primo clamoroso episodio tra vicini di casa che si registra a Boretto. Soltanto poche settimane fa, sei persone erano state denunciate per un violento scontro a ciabattate, calci e schiaffi. Tutto era iniziato quando una 50enne e il compagno erano entrati nel cortile condominiale con l’auto. A prenderli a offese sarebbe stata la figlia 20enne della vicina, che avrebbe mostrato loro il dito medio. Da lì il violento parapiglia tra le due fazioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA