scandiano

Si è spenta la 56enne Fulvia Bellei

È la moglie del preparatore portieri della Scandianese. Club in lutto

SCANDIANO. Un lutto ha colpito ieri Scandiano e la Scandianese, storica società dilettantistica della provincia reggiana che, con la propria prima squadra, nella stagione in corso sta disputando il campionato di Promozione ed è in piena lotta per conquistare la promozione in Eccellenza.

Nel pomeriggio di ieri è venuta a mancare Fulvia Bellei, 56enne moglie del preparatore dei portieri della società rossoblù, Glauco Rodolfi.

Fulvia da diverso tempo ormai combatteva con una malattia che non le ha lasciato scampo e, nella giornata di ieri, si è arresa lasciando un grosso vuoto non solo nella propria famiglia, ma anche nella stessa società rossoblù e in tutta la comunità scandianese.

Fulvia Bellei era nata a Chiozza ed era molto conosciuta a Scandiano. La Scandianese si è voluta stringere attorno a Glauco Rodolfi, in questo momento di dolore, perché la società sportiva si considera una vera famiglia e, di conseguenza, la sofferenza di uno porta sconforto in tutto il gruppo. La stessa società spera che – quando Glauco riterrà opportuno – il preparatore dei portieri possa tornare sul campo da calcio, e che questo possa essere per lui la migliore delle medicine.

«Siamo tutti davvero costernati per questa notizia che ha colpito Glauco – afferma il presidente della Scandianese, Gianni Tognoli – perché noi viviamo la nostra società con lo spirito di una vera famiglia e, proprio per questo motivo, vogliamo stringerci attorno a Glauco per fargli avere tutto il nostro supporto in questo momento difficile. Speriamo che nel momento in cui deciderà di tornare sul campo, lo stare in mezzo al gruppo possa essergli di supporto. Oltretutto – prosegue – conoscevo personalmente la moglie di Glauco, essendo nata a Chiozza, e quindi questa notizia mi ha colpito molto anche a livello personale, e non solo per il ruolo che ricopro nella Scandianese». (a.mun.)