Reggio Emilia, aggressione a Ospizio: soccorso un ferito  

Rissa nella notte di sabato, uomo trasportato in ospedale: la questura identifica i clienti dei bar

REGGIO EMILIA. Lo hanno trovato riverso a terra, in stato di semi-incoscienza ma fortunatamente vivo e vegeto, come hanno potuto appurare poco dopo i passanti. La persona trovata a terra, poco dopo la mezzanotte di sabato, era ferita in più parti del corpo, segni di una rissa – si è appreso più tardi – alla quale ha preso parte avendo la peggio.

L’uomo, di origine magrebina, è stato avvistato da alcuni passanti in via Emilia Ospizio, poco prima del passaggio a livello in direzione San Maurizio. Era disteso in un parcheggio tra la via Emilia e via Livi, costretto a terra dai colpi subìti dopo un confronto con alcuni contendenti. Un caso per molti versi misterioso e che non ha trovato ancora piena spiegazione, ma che ha visto l’intervento sul posto delle volanti della questura e dell’ambulanza, allertata tramite il 118.

I volontari del pronto intervento hanno prestato il primo soccorso all’uomo ferito, mentre gli agenti di polizia hanno identificato alcune persone che hanno trovato in zona, avventori dei bar. Nel frattempo l’uomo ferito è stato trasportato in ospedale per essere medicato.

Mancando indizi precisi, ai poliziotti non è rimasto che consigliare al malcapitato di fare denuncia in merito ai fatti. Secondo i racconti raccolti tra i locali del luogo, ci sarebbe stato un diverbio attorno a mezzanotte e cinquanta, degenerato poi in un’aggressione con urla e alcune persone viste correre da una parte all’altra della via Emilia.

La conclusione, come detto, è stata ai danni dell’uomo magrebino, finito dolorante con la faccia a terra. Un episodio che non fa certo dormire sonni tranquilli ai residenti del quartiere alle porte di Reggio, da sempre in lotta contro violenze e degrado, molti dei quali riuniti in comitati di zona che tengono alta l’attenzione. (e.l.t.)