«Il loro ricordo rimarrà per sempre in noi» 

Celtic Pratina, Sporting e A.C. Cavriago sospendono l’attività e chiedono di rinviare le partite

CAVRIAGO. La tragedia avvenuta mercoledì notte sul tratto dell’Autostrada del Sole tra Parma e Campegine, dove cinque ragazzi di Cavriago sono rimasti coinvolti in un incidente stradale ha duramente colpito tutte le tre società calcistiche del paese, la Celtic Pratina, la Sporting Cavriago e l’A.C. Cavriago. Proprio in quest’ultima società Germano Torri, Gian Luca Manfredi e Simone Magnani, avevano iniziato a calcare da bambini i campi da calcio, iniziando proprio all’A.C. Cavriago il settore giovanile, prima di fare anche altre esperienze nelle altre società del paese.
Gian Luca Manfredi infatti negli ultimi anni aveva indossato la maglia del Cska Cavriago, società che disputa il campionato amatoriale, Germano Torri era uno dei dirigenti dell’A.C. Cavriago dopo essere stato allo Sporting con lo stesso ruolo fino all’anno scorso e, Simone Magnani, ogni volta che aveva un po’ di tempo libero, si occupava della gestione dei campi del centro sportivo della Celtic Pratina.
«Siamo tutti molto scossi da questa vicenda - confida Giacomo Bonibaldoni, il presidente della Celtic Pratina - Abbaimo sospeso tutte le nostre attività sia nella giornata di ieri che in quella di oggi e abbiamo chiesto alle federazioni la possibilità di sospendere le partite del week end perchè l’umore di tutti è pessimo. Simone si occupava della manutenzione dei nostri campi. Il campo 1 è il suo gioiello, nessun altro può toccarlo. Siamo in attesa di notizie da Parma per le sue condizioni e, non possiamo fare altro che sperare che la situazione migliori. Sono tutti ragazzi del paese, anche Gian Luca Manfredi giocava sui nostri campi con la squadra amatori». «Erano ragazzi che intendono lo sport esattamente come lo intendiamo noi - sottolinea - ponendo in esso i valori di divertimento e amicizia che noi cerchiamo di insegnare ai nostri ragazzi. Ci conosciamo tutti da una vita e questo è un lutto che ha colpito l’intera comunità di Cavriago». Si unisce al cordoglio anche Moreno Borghi, presidente dell’A.C. Cavriago dove Germano Torri era dirigente. «Ancora non ci si crede - racconta Borghi - siamo tutti sconvolti da quanto accaduto perchè fino a due giorni fa eravamo tutti insieme a scherzare. Germano era sempre in grado di portare un sorriso in ognuno di noi. Era tornato da noi quest’anno, ma la sua assenza adesso sarà un ostacolo difficile da superare per tutti noi. Abbiamo sospeso l’attività e chiesto di non giocare questo week end perchè l’umore non è certamente dei migliori». Attività sospesa anche allo Sporting Cavriago. «Germano era rimasto un grande amico nonostante non fosse più nella nostra società - sono le parole del presidente Cesare Mola - Era una persona sempre dalla battuta pronta e lo ricorderemo sempre per i sorrisi che era in grado di portare sulle facce di tutti noi. Il suo ricordo sarà sempre con noi». (a.mun.)