Ferma due donne in via Roma e prende a calci la loro auto  

Reggio Emilia: momenti di paura mercoledì sera in centro storico. Dopo la chiamata disperata ai carabinieri delle minacciate, i militari arrivano  e arrestano il trentenne.

REGGIO EMILIA. Stavano percorrendo via Roma a bordo di una Dacia Duster quando, all’improvviso, è spuntato davanti al veicolo un uomo, che si è messo in mezzo alla strada e ha costretto la conducente a fermarsi, per poi scagliarsi contro di loro.

È stato un mercoledì sera di paura quello vissuto da due amiche che si trovavano in centro storico e sono state costrette a chiudersi dentro l’auto, da dove hanno lanciato una disperata richiesta d’aiuto al 112 dei carabinieri.

Un trentenne di origini marocchine, probabilmente complice l’uso smodato di alcolici, ha incominciato ad andare in escandescenze prendendo a pugni e danneggiando il cofano dell’auto con a bordo le due donne.

Sul posto è subito intervenuta una pattuglia dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagna di Reggio Emilia ma il loro arrivo ha tutt’altro che calmato il trentenne che, al contrario, ha minacciato di morte i militari, scagliandosi poi contro di loro e prendendoli a calci e pugni.

Scene di inaudita violenza che i carabinieri sono riusciti a porre fine bloccando l’uomo con le manette.

Il trentenne è stato poi caricato sull’auto dei carabinieri e portato in caserma, dove ha continuato a minacciare e offendere i militari. Alla luce dei fatti l’uomo è stato così arrestato: si tratta del 30enne Abdelaziz Baal, cittadino di origini marocchine e in Italia senza fissa dimora.

Un personaggio già noto ai carabinieri per i numerosi precedenti di polizia registrati a suo carico che spaziano dai reati per stupefacenti alla rapina, dalla resistenza a pubblico ufficiale a danneggiamento, furto e tanto altro.

Questa mattina l’uomo comparirà in tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto: dovrà rispondere dei reati di danneggiamento aggravato, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.
©RIPRODUZIONE RISERVATA.