Vezzano: vandali in chiesa, danneggiata la statua della Sacra Famiglia  

di Domenico Amidati

Ignoti hanno rotto due dita alla statua di San Giuseppe e danneggiato anche Gesù Bambino

VEZZANO. La statua in gesso della Sacra Famiglia collocata sul altare di sinistra nella chiesa di San Martino è stata trovata rotta.

Ad accorgersene una parrocchiana che venerdì scorso si è recata in chiesa per le pulizie e mentre spolverava l’altare ha notato i danni alla mano destra di San Giuseppe, al quale mancano due dita (il medio e l’anulare). Dopo un accurato controllo la donna ha constatato che anche l’avambraccio del bambinello era rotto

La signora ha subito informato dell’accaduto un’altra volontaria che si occupa delle pulizie e insieme agli altri parrocchiani hanno svolto una rapida indagine. Se fosse caduta da quell’altezza, circa un metro e mezzo, la statua avrebbe subito danni ben più gravi. Tutto fa pensare a un atto vandalico in quanto la mano destra di San Giuseppe, alzata in segno di saluto, manca di due dita (il medio e l’anulare). Così le restanti dita esprimono un popolare e significativo gesto.
L’avambraccio del bambinello pur rotto sotto al gomito è rimasto attaccato, mentre le due dita mancanti sono state recuperate sul pavimento.

La parrocchiale, che ogni mattina viene aperta al culto ma viene chiusa alla sera, è stata da poco oggetto di un piccolo furto: le cassette delle offerte erano state forzate. La chiesa durante la giornata è priva di un parroco residente in quanto la canonica è oggetto di un importante restauro.

Ora sorge il dilemma se continuare ad aprirla o tenerla chiusa e aprirla solo in occasione delle funzioni. Ma se qualcuno vuole pregare? Il parroco don Pietro Pattacini informato dell’accaduto commenta così: «Poteva capitare di peggio. Ora pensiamo solo al restauro della statua sacra».
©RIPRODUZIONE RISERVATA