Don Sun, un prete cinese per la diocesi reggiana 

di Chiara Cabassa

È stato assegnato all’unità pastorale di Ospizio e da giovedì scorso è in città. Il parroco don Adani: «Ci aiuterà a incontrare una comunità importante» 

REGGIO EMILIA. È arrivato giovedì, il suo incarico non è ancora stato formalizzato dal vescovo, ma «è già pienamente operativo». Così don Pietro Adani, parroco dell’Unità pastorale che comprende Ospizio, San Maurizio e Sant’Alberto, ci parla di don Pietro Sun, il primo cappellano cinese dell’intera diocesi. Ma anche il primo don cinese ad arrivare in Emilia. E questo significa che il lavoro non gli mancherà. Da Piacenza a Bologna, è don Pietro Sun l’unico referente per la comunità cattolica cinese.

Don Pietro Sun è arrivato a Reggio giovedì scorso

A raccontarci come e perché don Pietro Sun è arrivato a Ospizio è il diacono Francesco Braghiroli, direttore dell’ufficio pastorale della diocesi Migrantes. Ufficio che, come indica la parola stessa, si occupa della cura spirituale delle persone che viaggiano. A partire dai nostri emigranti per arrivare ai nomadi, settore di cui è responsabile don Daniele Simonazzi.

«Come scelta pastorale – ci spiega Braghiroli – abbiamo pensato di inserire un parroco cinese in una unità pastorale dove la popolazione cinese è particolarmente numerosa. Fermo restando che i cinesi sono numerosi in molti altri quartieri e che don Sun è stato “assegnato” ad Ospizio, in realtà sarà il cappellano dell’intera diocesi». Dal momento che è la prima volta che accade, ci chiediamo quale sia stato l’iter. «Si tratta di una decisione presa a livello di conferenza episcopale, di concerto con il vescovo Massimo Camisasca e con don Giuseppe Dossetti, responsabile del vicariato urbano. Nel caso specifico la richiesta è stata fatta al responsabile nazionale dei cappellani cinesi. D’accordo con la diocesi è stata identificata la persona che poteva essere adatta e il vescovo, dopo avere esaminato il curriculum, ha inviato la sua lettera d’accoglienza. Sono stati tanti i parroci che hanno dato la propria disponibilità. La scelta è caduta su Ospizio».

Ospizio, con San Maurizio e Sant’Alberto sono nella stessa Unità pastorale

Ma chi è don Pietro Sun? Nato in Cina da una famiglia profondamente cristiana, ha concluso a Roma gli studi iniziati nel suo paese. Tornato poi in Cina, dopo pochi anni è stato richiamato a Roma con l’incarico di vice cappellano. E ora eccolo catapultato a Reggio Emilia. Una piccola realtà rispetto alla capitale, ma dove il lavoro che lo aspetta si annuncia impegnativo ma stimolante. «Come direttore dell’ufficio missionario diocesana – spiega don Pietro Adani – sono molto soddisfatto. Nella nostra comunità i cinesi sono tanti e molti bambini frequentano ogni giorno l’oratorio. Il nostro obiettivo è essere accompagnati da don Sun nell’incontro con la comunità cinese».