Reggio Emilia, ventenne investito in bici a San Maurizio

Grande spavento all’incrocio tra le vie Pasteur e Pascarella: ricoverato al Santa Maria, non è grave

REGGIO EMILIA. Attimi di grande spavento ieri sera, quando erano da poco passate le 19, a San Maurizio: mentre era in sella alla propria bicicletta, un 20enne è stato investito da un’auto, una Fiat Croma grigia condotta da un reggiano, franando al suolo dopo aver urtato violentemente contro il parabrezza, fino quasi a sfondarlo.

L’incidente è avvenuto all’incrocio tra la principale via Pasteur e via Pascarella, una laterale verso la quale stava svoltando proprio l’auto, a pochi metri dall’arco trionfale cinquecentesco del parco del Mauriziano ed in prossimità delle strisce pedonali.

Immediati i soccorsi del 118, che da Reggio ha inviato ambulanza e automedica per trasportare lo sfortunato ciclista al Santa Maria Nuova. Le sue condizioni sembravano inizialmente molto serie, tanto da essere giudicate come codice 3 (paziente grave) al rientro dell’ambulanza nell’ospedale cittadino. Fortunatamente, però, il giovane ha riportato solo traumi e fratture, non ha mai perso conoscenza né rischiato la vita, per il sollievo dei genitori subito accorsi al Santa Maria.

L’automobilista, che si era subito fermato a prestare i primi soccorsi, è rimasto illeso. Sull’incidente è intervenuta in un primo momento una volante della polizia stradale, che successivamente ha lasciato alla municipale di Reggio il compito di eseguire i rilievi.