Rubiera, muore per una emorragia cerebrale a 14 anni: lacrime per Marzia 

Il dramma a Fontana, giovanissima stroncata da un malore improvviso in casa. La famiglia: "Donazioni ed opere benefiche anziché fiori ai funerali"

RUBIERA. Stroncata da un malore improvviso, quanto purtroppo devastante, a soli 14 anni. Marzia Bruzio, di Fontana di Rubiera, è morta nella tarda serata di martedì all’ospedale Maggiore di Parma per le complicazioni di un’emorragia cerebrale arrivata nelle prime ore del giorno stesso, mentre si trovava nella casa di famiglia a Fontana, in via Madonna di Pompei.

Che la situazione fosse drammatica se ne erano resi conto da subito i soccorritori chiamati dai genitori. Sul posto sono arrivati l'automedica e la Croce Rossa di Rubiera. I medici hanno chiesto subito l'intervento dell'elicottero proprio perché hanno realizzato il fortissimo pericolo presente. Marzia è stata portata al Maggiore di Parma, dove però non c’è stato nulla da fare: nella stessa serata di martedì.

Nei mesi precedenti la ragazza, iscritta al liceo artistico Chierici di Reggio Emilia, aveva avuto altri seri problemi sanitari e aveva subito interventi, che però non sono ricollegabili al malore fatale. La salma è stata riportata a Fontana per il funerale in programma giovedì 8 giugno. Il ritrovo è alle 15 alla casa del commiato di Rubiera, da lì si partirà in auto sino a largo Cairoli per formare il corteo che proseguirà sino alla chiesa parrocchiale rubierese. Al termine della funzione religiosa il corpo verrà portato al cimitero di Coviolo in attesa della cremazione. I genitori di Marzia hanno chiesto alle persone eventualmente interessate di fare donazioni ed opere benefiche anziché inviare fiori.