l'aggressione

Reggio Emilia, donna aggredita con l'acido in tribunale: arrestato il marito

Violenta aggressione questa mattina nel Palazzo di giustizia reggiano in via Paterlini dopo una causa di separazione. L'uomo 38 anni di origine marocchina ha gettato sul viso dell'ex una polvere gialla e acqua. La donna è stata ricoverata d'urgenza all'ospedale Santa Maria Nuova

Reggio Emilia, aggredisce la moglie con l'acido: arrestato in tribunale

REGGIO EMILIA  Erano seduti fuori dal bar del tribunale dopo aver partecipato a un'udienza per la separazione. Una coppia di cittadini marocchini, in apparenza tranquilli agli occhi degli avventori, che sono fuggiti dopo aver sentito urla improvvise tra i tavolini situati fuori dal bar. L'uomo, 38 anni domiciliato a Reggio, secondo quanto riportato dai testimoni ha aggredito l'ex compagna con dell'acido.

Tenendola per la testa le ha lanciato in viso una sostanza di colore giallo, simile a alla polvere, che si è rapidamente diffusa nell'aria facendo scappare avvocati e del bar. La vittima, col capo velato e parlando in lingua straniera, ha cominciato a urlare e chiedere aiuto. Poi, forse per innescare la reazione chimica, l'uomo le ha lanciato contro un liquido.

Da lì è scattato il panico in tribunale. Tra il fuggi fuggi generale sono intervenute le guardie giurate del tribunale, che hanno atterrato l'aggressore.

Strage in tribunale a Reggio Emilia, Ministero condannato anche in Appello

La donna è stata soccorsa dalle persone presenti in tribunale. Si è tolta il velo che le copriva il capo mentre i titolari del bar le hanno gettato addosso dell'acqua con un secchio per ripulirla dalla sostanza gialla. Poi l'intervento dei carabinieri, che hanno fermato l'uomo portandolo lontano dal luogo dell'aggressione mentre la donna veniva trasportata all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Le sue condizioni non sembrano gravi: i medici la stanno sottoponendo a un trattamento specifico.