Rincasa e un ladro lo prende a pugni 

di Ambra Prati

Appena entrato, un giovane è stato colpito in faccia da uno sconosciuto. I genitori dormivano e non si sono accorti di nulla

BAGNOLO. Ha aperto la porta di casa e un ladro gli ha sferrato un pugno in faccia per aprirsi una via di fuga in strada.

Il violento episodio è avvenuto alle 4 di ieri notte a Bagnolo, in via Provinciale Nord, tra Bagnolo e Pieve Rossa.

La vittima è un giovane che era appena entrato nell’abitazione dove vive con i genitori quando una persona di corporatura piuttosto robusta lo ha aggredito e colpito al volto con un pugno. Il malvivente è poi scappato rapidamente, mentre il giovane ha svegliato i genitori per informarli di quanto era appena accaduto.

I padroni di casa hanno subito constatato che qualcuno era entrato dalla finestra del piano rialzato, lasciata socchiusa per il caldo, come è normale in questo periodo estivo. Da un rapido controllo è emerso che sono spariti 200 euro in contanti e un orologio da uomo, ma non si esclude che sia stato portato via anche dell’altro.

La famiglia bagnolese a quel punto non ha potuto fare altro che informare i carabinieri del paese, che hanno raggiunto l’abitazione per un sopralluogo e per raccogliere la denuncia.

I militari indagano per rapina impropria, dato che il ladro, per assicurarsi la fuga, ha adoperato violenza. Il giovane colpito in faccia nella nottata di ieri non ha fatto ricorso alle cure del pronto soccorso: nell’immediatezza non ha ritenuto di chiedere l’intervento di un’ambulanza o di andare da solo in ospedale. Se l’è cavata dunque con una leggera contusione e ovviamente molta paura. I genitori del bagnolese aggredito non si erano accorti che era in atto un furto e, se non fosse stato per l’imprevisto del rientro del figlio, il raid sarebbe stato scoperto solo al mattino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.