Guastalla: ubriaco minaccia la moglie con la pistola, arrestato

In manette un uomo di 55 anni: ha rivolto l'arma anche contro una vicina. Sequestrata pure una bomba a mano

GUASTALLA. E’ tornato a casa ubriaco e quando la moglie lo ha rimproverato non ha esitato a minacciarla di morte, “la prima a morire sei tu”, puntandole contro una pistola, poi rivelatasi una scacciacani. Lo stesso trattamento lo ha riservato alla vicina di casa, incolpevole testimone di questa scena.

Quando sul posto sono arrivati i carabinieri di Gualtieri, verso le 22.30 di mercoledì, l’uomo li ha aggrediti e per i militari non è stato facile renderlo inoffensivo (due di loro si sono poi fatti medicare al pronto soccorso).
I successivi accertamenti hanno permesso di accertare che la pistola, lanciata in un campo di mais, era una scacciacani. Nei paraggi è saltata fuori anche una bomba a mano tipo ananas, molto probabilmente residuato bellico.

L’ubriaco, un pensionato siciliano di 55 anni, residente a Guastalla, è stato arrestato per minaccia aggravata, detenzione di armi da guerra, resistenza, lesioni  e violenza a pubblico ufficiale. I carabinieri lo hanno denunciato anche per maltrattamenti in famiglia.