Novellara, una “ruota degli esposti” per i micini senza famiglia

Emergenza a Novellara, in pochi giorni sono arrivati più di cinquanta cuccioli. Il canile predispone una gabbia per gli abbandoni: «Ma non c’è chi poi li adotta»

NOVELLARA  È un’estate all’insegna dell’emergenza cuccioli, quella che stanno registrando un po’ tutti i gattili e canili della provincia. Dopo Brescello, anche da Novellara arriva un grido di allarme. A lanciarlo sono gli operatori e volontari del canile intercomunale che da tempo ha anche una sezione gatti. «Una cinquantina i piccoli arrivati in pochi giorni» spiega Natasha Artoni. Una situazione delicata, che non di rado mette gli stessi piccoli in pericolo. Al punto che qui hanno anche deciso di installare fuori dalla struttura una gabbia per gli abbandoni. Una novella “ruota degli esposti”, come accadeva tempo fa per i neonati.

Non si tratta certo di un incentivo agli abbandoni, ma purtroppo, gabbietta apposita o meno, la gente non si fa troppi scrupoli. «L’anno scorso ci hanno lanciato dentro al cancello una cagnolina – racconta Natasha – col rischio che entrasse in contatto con gli altri animali ospiti. Così ci siamo attrezzati con questi box esterni per evitare incidenti”.

Per la verità, solo una volta nelle ultime settimane è stata trovata piena di gattini. Più facilmente i gattini arrivano per mano di qualche privato. Di solito raccontano di averli trovati. «Di norma non prendiamo piccoli da privati», ma le regole a volte si scontrano con la realtà e la realtà racconta che tanti privati non pensano di sterilizzare le proprie gatte e con l’arrivo della primavera la natura fa il suo corso. Così arrivano le cucciolate e pochi, troppo pochi sono disposti a farsene carico, magari provvedendo autonomamente a trovare per ciascun micino una famiglia. E allora succede che: «come quest’anno, ci troviamo con una cinquantina di cuccioli, di un paio di mesi di vita. Solo l’altro ieri ne sono arriva sette. Tutti con le loro necessità, nutrizionali e sanitarie. Tutti che ora hanno bisogno di una famiglia. E in estate, si sa, ben pochi hanno voglia di adottare un gattino».

E intanto il tempo passa e, una volta grandicelli, per loro trovare casa è ancora più difficile. «Se non ci fossero i volontari che ci danno una mano sarebbe davvero dura…».

Per questo, dal canile parte un appello alle adozioni. Di piccoli in cerca d’amore ce ne sono tanti, di ogni colore, maschi e femmine. Tutti però con una caratteristica in comune: un carico di fusa da dare a chi avrà voglia di adottarli per la vita. Per informazioni telefonate al 0522 654647.