Reggio Emilia, la polemica: «Cosa fa il Comune per Legnolandia?»

Il consigliere Bellentani ha presentato un'interrogazione a Vecchi sul degrado nel parco reggiano

REGGIO EMILIA. Il degrado dell’area verde “Legnolandia” di via Cecati, al centro di un servizio sulla Gazzetta di ieri, era già stato denunciato dal consigliere comunale di Alleanza Civica Cesare Bellentani con un’interrogazione presentata il 30 giugno scorso.

Nel testo il consigliere interroga il sindaco «per sapere se tale area è di proprietà del Comune o di privati e se pensa d’intervenire per recuperare un’area che negli anni passati rappresentava un bellissimo luogo di svago attrezzato in mezzo al verde per bambini e ragazzi, evitando che resti nell’attuale stato di abbandono».

Legnolandia, il parco reggiano di laboratori e giochi ora lasciato a marcire

L’area è inserita nell’elenco dei parchi comunali e nella pagina istituzionale del Comune si leggono tutte le iniziative, le aree attrezzate e le attività organizzate a Legnolandia, almeno fino al 19 maggio 2014, data dell’ultimo aggiornamento della scheda nell’area “Parchi e boschi urbani”.

La pagina Facebook ufficiale (Legnolandia Park) è aggiornata invece al 4 settembre 2015. L’assessore al Patrimonio, Daniele Marchi, ha parlato di «fase di studio abbastanza avanzata per rimettere in funzione il parco» grazie a «una convenzione di utilizzo da creare con privati che hanno manifestato interesse». (g.f.)