L'area è sorta per collegare il quartiere

Tutto parte da interventi sinergici tra pubblico e privato

REGGIO EMILIA. Un collegamento verde per il quartiere. In questa ottica è nato il Parco del Noce Nero, realizzato con interventi sinergici del settore pubblico e dell’edilizia privata nella zona della Pappagnocca, posta tra i rioni di Rosta Nuova e il Buco del Signore. Le aree verdi sono collegate tra di loro da piccoli viali pedonali e ciclabili.
Gli “affluenti” della zona sono la scuola primaria Polo e la scuola media Pertini, la parrocchia San Luigi Gonzaga, le strutture dell’Inail e il centro sociale Rosta Nuova. L’idea alla base della realizzazione è la creazione di vincoli di comunanza e solidarietà.

Il Parco del Noce Nero tra eventi e vandalismi

Gli alberi nell’area verde sono per lo più esemplari giovani alti tra i 15 e i 20 metri. Si tratta di farnie, platani, robinie, ontani neri, noci americani e ippocastani. Questi ultimi sono accompagnati da tigli, frassini, bagolari, carpini bianchi e ciliegi nella cornice dei vialetti interni. Sono presenti, inoltre, ampie radure a prato, nelle quali compaiono esemplari isolati e gruppi a fioritura stagionale progressiva. (g.f.)