Rifiuti e inciviltà: lavatrici abbandonate in viale Piave

Gli elettrodomestici sono stati gettati proprio accanto alle isole ecologiche di Iren In via Guido Dorso un piromane incendia dei cassonetti, intervengono i pompieri

REGGIO EMILIA. Appelli a mantenere un comportamento civile, incentivi alla differenziata, servizi porta a porta a tutela del cittadino, telecamere di sicurezza che puntano sui cassonetti. Tutto questo non basta a fermare la maleducazione di certi reggiani che, incuranti delle regole base del vivere comune, continuano a lasciare i loro rifiuti in terra, spesso a due passi dalle isole ecologiche. 

Materassi, buste di plastica, pattume domestico, mobili, cibo e ogni tipo di scarto possibile. Non c’è limite alla fantasia del cafonal di professione. L’ultimo, eclatante, caso è avvenuto ieri in viale Piave, a un passo dal centro storico. L’ingresso della città che è stato inquinato, letteralmente, da due grosse lavatrici bianche.
 
Gli apparecchi, distrutti e rotti in più pezzi, sono stati lasciati in bella vista appoggiati a uno dei tanti alberi che accompagnano la strada. Proprio accanto, oltre al danno la beffa, ad alcuni cassonetti. Un’operazione compiuto con ogni probabilità utilizzando un furgoncino, visto il volume e il peso notevoli dei due apparecchi domestici. 
Un episodio di inciviltà che arriva a pochi giorni da quando in via Doberdò, a due passi dal Campus San Lazzaro, erano stati abbandonati materassi, scatole, fumetti, sedie, sacchetti e spazzatura di vario tipo. Gesti che incidono poi sul bilancio di Iren, la multiutility incaricata della gestione dei rifiuti, e a cascata sulle nostre tasche. I cattivi conferimenti costano all’azienda una quota che si attesta intorno ai 36mila annui.
 
Un dato che si somma a una cifra variabile (oscillante tra i 60 e i 70mila euro annui) legati ai grandi abbandoni di carattere artigianale-industriale. Ma la società non è vittima solamente dei cittadini maleducati ma, anche, dei malviventi. 
 
Ieri mattina preso infatti, attorno alle 7, un piromane ha dato fuoco ad alcuni cassonetti in via Guido Dorso, all’angolo con via Zanardelli. Sul posto sono subito accorsi i vigili del fuoco che, in breve tempo, hanno avuto ragione delle fiamme e i tecnici di Iren hanno subito disposto la pulizia della zona dopo avere allertato le forze dell’ordine per un sopralluogo. 
 
Nel frattempo, una nuova dotazione di cassonetti, in sostituzione di quelli danneggiati, è già stata posizionata in strada. Sono al vaglio dei tecnici le cause dell'incidente mentre Iren ha voluto ringraziare i vigili del fuoco e le forze dell’ordine per il tempestivo intervento. <QM>(l.g.