Guastalla, 49enne arrestato per violenza sessuale

I fatti sono avvenuti a L'Aquila ai danni di una 27enne. Deve scontare 3 anni e 5 mesi di reclusione

Poviglio. Era intento a lavorare in un’azienda della Bassa reggiana, quando è stato prelevato dai carabinieri della stazione di Poviglio che lo hanno arrestato. Il 49enne operaio, domiciliato a Guastalla, deve scontare una pena definitiva a 3 anni e 5 mesi per i reati di violenza sessuale e lesioni personali compiute nei confronti di una ragazza di 27 anni domiciliata in provincia di L’Aquila.

I fatti si sono svolti in un Comune della provincia de L’Aquila la sera del 22 febbraio 2014, quando l’operaio si è appartato con una donna: secondo quanto in seguito riferito dalla vittima, l’uomo le ha usato violenza fisica per soddisfare con la forza le sue voglie sessuali.

L’intervento di una pattuglia dei carabinieri ha interrotto la condotta violenta dell’uomo, che è stato arrestato, mentre la donna è stata soccorsa dai competenti sanitari e portata al pronto soccorso; in seguito per le lesioni riportate i medici hanno stilato una prima prognosi di sette giorni. L’iter processuale ha seguito il suo corso: la Corte d’Appello di L’Aquila, riformando la sentenza di primo grado emessa dal tribunale di Lanciano, nel settembre del 2015 ha condannato l’uomo alla pena di anni 3 e mesi 5 di reclusione.

Ora la sentenza di condanna è diventata esecutiva lo scorso mese di ottobre, quando l’Ufficio esecuzioni penali della Procura Generale marchigiana ha spiccato a carico del 49enne l’ordine di carcerazione; ordine che è stato eseguito dai carabinieri di Poviglio che ieri sera, localizzando l’uomo e raggiungendolo sul lavoro.