Reggio Emilia, arrestato il pedofilo pachistano che fu scarcerato dal Gip

È stato arrestato il pachistano di 21 anni accusato di violenza sessuale nei confronti di un minorenne disabile

REGGIO EMILIA. È stato arrestato dai Carabinieri e portato in carcere il pachistano di 21 anni accusato di violenza sessuale nei confronti di un minorenne disabile residente in un comune della bassa reggiana.

I militari del nucleo investigativo hanno eseguito l'ordinanza del tribunale della Libertà, divenuta definitiva perché l'indagato non ha fatto ricorso. Lo straniero inizialmente era stato posto dal Gip Ghini ai domiciliari, poi dal 18 agosto all'obbligo di firma: il suo ritorno in libertà aveva sollevato proteste e la decisione del giudice è al vaglio del Csm.

La Procura aveva quindi fatto appello al Riesame e l'impugnazione è stata accolta. Il pachistano è accusato di aver abusato di un ragazzino minore di 14 anni con problemi cognitivi. I fatti sono della sera del 10 luglio, quando il giovane, che abita poco lontano dalla vittima, aveva avvicinato il bambino e lo aveva portato in una zona isolata.