Due tabaccaie derubate dell'incasso alla chiusura

Sono di Bagnolo e Novellara, i soldi nelle borse lasciate per qualche minuto incustodite sul sedile dell'auto 

BAGNOLO. Sono due le tabaccaie rimaste vittima ieri sera di malviventi, quasi sicuramente ladri "seriali" ai danni degli esercenti. Sono state entrambe derubate della borsetta con all'interno effetti e valori personali, ma soprattutto l'incasso della giornata lavorativa, lasciate sul sedile lato passeggero delle rispettive automobili durante le operazioni di chiusura delle loro tabaccherie.

Identiche le modalità dei furti, avvenuti probabilmente dopo diversi appostamenti di osservazione per studiare le abitudini delle due tabaccaie. I malviventi hanno atteso l'orario di chiusura per entrare in azione. Il primo colpo è avvenuto a Novellara, poco dopo le 19.30. Qui una tabaccaia dopo avere posato la borsa all'interno dell'auto e averla chiusa a chiave è tornata verso la tabaccheria per completare le operazioni di chiusura. 

Un malviventi è così potuto entrare in azione. Dopo avere infranto il finestrino dell'auto si è impossessato della borsa ed è fuggito a bordo di un'auto scura. Stesso copione dopo neppure un'ora a Bagnolo dove un'altra tabaccaia è stata derubata con le stesse modalità.

Secondo i carabinieri, ad agire, potrebbero essere gli stessi ladri, autori di altri furti analoghi nel Reggiano e anche nel Modenese. A condurre le indagini sono gli uomini dell'Arma di Novellara e di Bagnolo.