Bibbiano, incendio per un mozzicone di sigaretta nelle palazzine Acer

Intervento dei vigili del fuoco in via Venturi per un rogo nella cucina di un appartamento al terzo piano: inquilino sfollato

BIBBIANO. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco di Sant’ Ilario ha evitato il peggio ieri mattina in via Venturi a Bibbiano, dove si è sviluppato un incendio in un’abitazione.

Bibbiano, l'intervento dei vigili del fuoco in via Venturi



L’allarme è stato lanciato da alcuni residente di una palazzina di via Venturi nella tarda mattinata: alcune persone hanno visto il fumo che usciva da un appartamento e hanno subito chiesto aiuto.

L’appartamento si trova al terzo piano in uno dei condomini Acer in zona Fossa di Bibbiano, di fronte alle scuole elementari del paese.

Probabilmente l’incendio è partito da un mozzicone di sigaretta buttato nel pattume della cucina perché ritenuto erroneamente spento. È bastato questo, per dare vita all’incendio, che in pochi attimi ha annerito tutta la parete della cucina ed una parte del corridoio d’ingresso. Subito sul posto è intervenuto il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, il geometra Daniele Caminati, per fare il punto della situazione assieme ai vigili ed effetture i primi sopraluoghi.

Dai primi accertamenti, risulterebbe un danneggiamento di media entità, che per fortuna non ha comportato danni strutturali e soprattutto agli impianti di luce e gas.

I residenti della scala sono rientrati subito dopo le verifiche in casa e la garanzia che era tutto sotto controllo e non c’erano più rischi.

L’inquilino, un 58enne che non si trovava in casa quando si è sviluppato l’incendio, verrà ospitato presso un’altra struttura comunale.

Ieri in via Venturi sono intervenuti sul posto anche i militari della caserma di Cavriago, con il comandante Vincenzo Restivo che ha eseguito alcuni accertamenti.

L’immobile per ora risulta inagibile parzialmente e saranno necessari alcuni interventi per consentire a chi abita nell’appartamento di farvi rientro. (da. al)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.