Reggio Emilia, la polizia insegue uno spacciatore e ne arresta due

Il pusher in fuga dalla polizia non solo non è riuscito a evitare il proprio arresto, ma ha favorito quello di un "collega"

REGGIO EMILIA. Uno spacciatore in fuga dalla polizia non solo non è riuscito a evitare il proprio arresto a Reggio
Emilia, ma ha favorito quello di un "collega" da parte degli agenti della squadra Volante della polizia.

L'uomo, un 32enne tunisino che mercoledì scorso era stato sorpreso a vendere hascisc thailandese a un cliente davanti all'ex Ospedale Spallanzani, è fuggito in bici verso il parco della Pace. Qui erano presenti altri suoi connazionali, tra cui un 28enne, a sua volta irregolare in Italia, che stava consegnando dosi di hascisc ad acquirenti. Inutile il tentativo di quest'ultimo di gettare a terra lo stupefacente, del peso di circa 45 grammi.

Il più anziano dei due è stato trovato in possesso di una decina di grammi di droga tra cocaina, eroina e hascisc. La polizia intervenuta nel parco ha così arrestato entrambi i connazionali.