Cadelbosco, intestano le bollette a un parente: denunciata una coppia

A far intervenire i militari la sorella 50enne dell'uomo raggiunta da una cartella esattoriale di circa 4.000 euro

CADELBOSCO SOPRA. Si sono impossessati dell'identità di una parente, usando i suoi dati anagrafici per aprire contratti per la fornitura di energia elettrica, gas, acqua e per il pagamento della tassa dei rifiuti relativi all'abitazione che i due occupavano a Cadelbosco Sopra, nella Bassa Reggiana.

Protagonisti della vicenda un 54enne - fratello della vittima - e la sua compagna 38enne denunciati dai Carabinieri con l'accusa di truffa e sostituzione di persona. A far intervenire i militari la sorella 50enne dell'uomo raggiunta da una cartella esattoriale di circa 4.000 euro per il mancato pagamento di numerose fatture legate al consumo di energia elettrica, gas e acqua e alla tassa sui rifiuti: del raggiro, andato avanti per alcuni anni, la donna si è accorta, infatti, solo nel momento della cospicua ingiunzione di pagamento.

Svolte tutte le verifiche del caso sulle bollette, i carabinieri sono risaliti a un 54enne fratello della vittima e alla sua compagna 38enne, entrambi residenti a Cadelbosco Sopra - ma di fatto irreperibili - finiti denunciati per truffa e sostituzione di persona.