Schiacciata dal trattore, muore a 26 anni Linda Montruccoli

di Leonardo Grilli

Linda Montruccoli è deceduta per un incidente mentre arava i campi. La ragazza è stata sbalzata in una scarpata dal mezzo che poi l’ha travolta

QUATTRO CASTELLA. Era una domenica come tante per Linda Montrucoli, 26 anni, mentre a bordo di un grosso trattore stava arando un campo a Quattro Castella. Un’attività che lei, nata in una famiglia di agricoltori, era abituata a fare da sempre. Ma il destino, a volte, può essere maligno.

Quattro Castella, sbalzata dal trattore: muore la 26enne Linda Montruccoli

E proprio quel lavoro che era la sua passione le è stato fatale, complice una serie di fatalità e circostanze che solo le indagini potranno chiarire. Linda, da ieri, non c’è più, morta a causa proprio di quel trattore, che l’ha travolta e uccisa praticamente sul colpo.

Erano circa le 11.30 quando la ragazza, all’interno di un’azienda agricola in via Nino Bixio 2, in località Case Valle, stava arando un campo a bordo di un “John Deere”, un enorme trattore praticamente nuovo. Aveva quasi finito, e di lì a poco sarebbe andata a mangiare per pranzo. Ma Linda, da quel mezzo, non sarebbe mai più uscita viva.

Arrivata al limite del campo infatti, nei pressi di una ripida scarpata profonda circa tre metri, ha perso il controllo della macchina agricola. La 26enne è stata sbalzata dal cabinato dal quale stava guidando, rompendo il vetro anteriore che la separava dall’esterno e volando direttamente dentro il piccolo dirupo. E probabilmente si sarebbe salvata se il trattore, che era in folle, non avesse proseguito la corsa travolgendola e schiacciandola.

Per lei, a quel punto, non c’era più nulla da fare. Il peso della macchina, di diverse tonnellate, non ha lasciato scampo alla povera ragazza che è deceduta praticamente sul colpo. A trovare la ragazza pochi istanti dopo è stato il padre, Giuseppe Montruccoli, che ha immediatamente allertato i soccorsi.

Travolta da trattore. Addio a Linda, una vita dedicata a lavorare nei campi assieme al padre

Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 con ambulanza e automedica, i carabinieri di Quattro Castella e i vigili del fuoco di Reggio Emilia con due squadre con l’obiettivo di liberare il corpo della giovane, incastrato sotto le ruote del trattore. Quando sono arrivati, però, Linda era già stata liberata dal padre.

Fra le lacrime e la disperazione dei familiari e degli amici, che hanno continuato ad arrivare fino al primo pomeriggio, il tecnico del servizio Prevenzione e Sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Ausl ha cercato di far luce su quanto accaduto e, in via preventiva, ha sequestrato il mezzo. Mentre ora saranno gli inquirenti a chiarire le causa della tragedia e perché il mezzo si sia bloccato catapultando la 26enne nel dirupo.