Reggio Emilia, rapinati dal pizzaiolo assunto due settimane prima

di Leonardo Grilli

L’uomo dopo due settimane di lavoro ha rubato l’incasso della pizzeria kebab “Gazi”, circa 500 euro. E ora è irreperibile

Reggio Emilia, rapinati dal pizzaiolo assunto due settimane prima

REGGIO EMILIA. Aveva assunto un nuovo pizzaiolo per avere un aiuto nella sua attività, nel pieno centro storico della città. Ma il neo dipendente, dopo appena due settimane di lavoro, lo ha rapinato ed è fuggito con circa 500 euro di incasso per rendersi poi irreperibile.

È una brutta e triste vicenda quella che è capitata a Iqbal Azhar, titolare del Pizza Kebab Gazi in via Emilia Santo Stefano 33.

La vicenda risale alla sera di lunedì, quando Azhar esce assieme a un secondo dipendente per effettuare delle consegne a domicilio. Nel piccolo locale restano il giovane da poco assunto, intento a fare delle pizze, e un quarto lavoratore. Tutto sembrava procedere normalmente, finché non è successo l’irreparabile.

«Ero uscito da poco – racconta lo stesso titolare della pizzeria – nel mio locale erano rimasti solo lui con un altro collega. All’improvviso lui ha smesso di fare le pizze, si è allontanato dal forno e ha aperto la cassa prendendo circa 400/500 euro di guadagni».

A quel punto l’altro pizzaiolo, notato con sorpresa quanto stava accadendo, ha intimato al ragazzo di fermarsi, di posare i soldi e smetterla. «Ma lui – prosegue a raccontare, visibilmente irritato, Azhar – prima gli ha rifilato due tre schiaffi e poi ha preso una bottiglia di birra dal frigo e lo ha minacciato, avvertendolo che gliela avrebbe spaccata in testa se non si fosse fermato».

A quel punto il rapinatore è fuggito, facendo perdere le sue tracce. Non considerando, però che era stato assunto con un regolare contratto e che quindi il titolare aveva sia i suoi estremi che l’indirizzo di casa sua. «A quel punto siamo andati alla polizia – conclude il titolare – e abbiamo fornito tutto ciò che sapevamo su questa persona».

Attualmente, tuttavia, del giovane criminale nulla è dato sapere. Il giovane, infatti, si è dato alla macchia e i dipendenti temono di aver perso per sempre i loro primi guadagni. La pizzeria è aperta da poco, un inizio davvero sfortunato.