Furti nei supermercati due fidanzati nei guai

Sant’Ilario: identificati dai carabinieri grazie ai filmati della videosorveglianza Riempivano una borsa di prodotti e poi la mettevano vicino al tornello d’ingresso

SANT’ILARIO. I carabinieri di Sant’Ilario hanno scoperto una coppia di ladri seriali che agiva al Conad del paese e si sospetta anche in altri supermercati reggiani. I militari, che stanno facendo luce su alcuni furti, ora hanno diffuso le foto dei due conviventi ai vari comandi per verificare se hanno messo a segno altri furti con la stessa tecnica.

L’ultimo episodio, che ha condotto alla denuncia, è del 18 ottobre scorso, quando una donna di 40 anni e il convivente di 48 sono stati sorpresi dalla vigilanza del Conad mentre tentavano di allontanarsi con una borsa piena zeppa di alcolici e costosi generi alimentari non pagati.

I due ladri sono riusciti a scappare, ma a quel punto è iniziata un’indagine che, grazie al sistema di videosorveglianza, ha portato all’identificazione dei due, ora denunciati per furto aggravato e continuato. Continuato perché le immagini hanno consentito di attribuire alla coppia altri episodi.

La tecnica utilizzata dai due fidanzati era questa: entravano al supermercato, riempivano la borsa della donna di vari prodotti, i più costosi, e poi lei tornava all’ingresso e depositava la borsa oltre i tornelli, in una pensilina. Dopo aver compiuto questa operazioni, avendo cura che nessuno li avesse osservati, i due tornavano nel supermercato e poi si mettevano a fare la spesa, come se niente fosse. Per non dare nell’occhio, i conviventi compravano anche qualche prodotto di modesto valore e così passavano dalle casse per pagare. Prima di andarsene, però, ritiravano la borsa con la refurtiva. Un’operazione che il 18 ottobre non è sfuggita a una guardia giurata del supermercato, che li ha fermati per un controllo.

I ladri sono scappati, lasciando la refurtiva alle loro spalle. A quel punto è scattata la denuncia ai carabinieri del paese, che hanno visionato i filmati di videosorveglianza, grazie ai quali hanno raccolto elementi a carico della coppia.

Le indagini hanno portato così alla identificazione dei due, che ora sono nel mirino degli inquirenti, che vogliono capire di quanti altri episodi siano responsabili. I carabinieri sospettano infatti che abbiano compiuto numerosi furti nei supermercati reggiani nelle ultime settimane.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.