Reggio Emilia, scende dall’auto e muore d’infarto

Dramma in via Forzani, nel quartiere Santa Croce: la vittima è l’ottantenne Aniello Pandolfi

REGGIO EMILIA. Stava rincasando, intorno alle 13 di sabato 4 novembre, quando è stato colto da un malore – che gli è stato fatale – proprio davanti a casa.

È morto così, davanti all’abitazione al numero 13 di via Forzani, dove abitava da qualche tempo, Aniello Pandolfi.

L’ottantenne – dopo l’allarme lanciato da un vicino, che lo ha visto a terra accanto all’auto da dove era appena sceso l’anziano e ha chiamato il 118 – è morto pochi minuti più tardi, nonostante il tentativo di salvargli la vita da parte dei volontari della Croce Rossa e del personale medico del Santa Maria Nuova.

Il dramma si è consumato davanti agli occhi dei vicini del pensionato che, allarmati dai suoni delle sirene dei mezzi di soccorso e della volante della polizia – intervenuta per indagare sulle cause del decesso e sincerarsi che non si trattasse di una morte violenta – si sono affacciati alle finestre per capire cosa stesse succedendo.

Pandolfi, originario di Pagani (Salerno), aveva compiuto 80 anni il 6 luglio scorso. Si era trasferito a Reggio tanti anni fa e, da qualche tempo, abitava in un appartamento di via Forzani 13, dove viveva da solo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.